Habilis 7403 punti

La civiltà Harappa

L'India settentrionale è attraversata dal fiume Indo e Gange. La pianura del Gange era occupata da una fitta foresta ed era poco favorevole agli insediamenti umani.Il fiume Indo invece scorreva in zone aride che con le sue inondazioni creava un ambiente simile a quello della mesopotamia e della valle del Nilo.
Tra il 2500 e il 1700a.c si sviluppo una città urbana che prese il nome dalla città di Harappa. Essa aveva stretti rapporti commerciali con i sumeri da cui avevano imparato le tecniche agricole. L'agricoltura si sviluppò grazie ai sistemi di canali. Si seminavano grano e orzo in primavera e cotone in autunno. La civiltà Harappa utilizzò la scrittura pittografica.
La principale via di comunicazione era il fiume Indo che era facilmente navigabile. Nella città si concentravano le eccedenze agricole necessarie per il mantenimento della popolazione.La parte più elevata dellà città era costituita da fortificazioni e edifici destinati ad uso collettivo e grandi magazzini. Nella città era divisa in quartieri posti a scacchiera e provvisti di rete fognaria e condutture di acqua.

Su questa civiltà abbiamo solo fonti archeologiche poichè la loro lingua e scritture no sono state decifrate e di conseguenza non si sa perchè sia scomparsa. Alcuni storici pensano che sia stato per colpa di un peggioramento ambientale mentre altri che fu invasa da nuove popolazioni,gli Arii.

Gli Arii


Nel II millennio a.c delle tribu pprovenienti dalle steppe centro-asiatiche sottomise tutte le popolazioni indigene. Queste tribù parlavano la lingua indoeuropea e furono chiamari Arii . Per conservare la loro identità imposero una divisione della società in caste, considerate immutabili.Del I millennio della civiltà degli Arii sappiamo poco; Questo periodo è chiamato < vedico> perchè c è solo una fonte scritta, i Veda, testi sacri di vario tipo.
Le principali Caste erano 4: una era quella dei sacerdoti (bramani), quella dei guerrieri, quella dei mercanti e degli artigiani e poi quella dei contadini. Poi vi erano i <FUORI CASTA> chiamati anche paria o intoccabili perchè il contatto con loro contaminava quelli delle altre caste.
Nel VI secolo a.c il centro di questa civiltà si spostò lungo il bacino del Gange. Li nel IV secolo a.c si affermò la dinastia Maurja che estese il suo dominio in gran parte dell'India e durò circa un secolo. Poi l India tornò a dividersi in regni e principati. Comunque rimasero sempre intensi i rapporti commerciali con la Mesopotamia e il Mediterraneo che apprezzavano i prodotti di lusso che l'India esportava.

La civiltà cinese

Lungo il fiume giallo il clima era temperato e asciutto adatto alla coltivazione del miglio.Il fiume con le piene periodiche fertilizzava il terreno. Fin dal IV millennio a.c lungo il fiume giallo si stanziarono villaggi .
Nella cina sud-orientale il clima era caldo e umido e troppo piovoso.Solo nel I millennio a.c con la scoperta del cereale <acquatico>come il riso, ebbe un forte sviluppo dell'agricoltura soprattutto nel bacino del fiume azzurro.
Nel bacino del fiume giallo si instauarono le prime forme di stato a partire dal II millennio a.c. Per prima la dinastia XIA, poi quella SHANG che durò cinque secoli; la capitale era anyang con poderose fortificazione.Li sono stati ristrovati resti archeologici di oggetti e sculture in ceramica,marmo,bronzo,ceralacca e giada. Venne anche elaborato un sistema di scrittura ideografica.
All'inizio del I millennio a.c un tribu penetrò nella valle del fiume giallo e sconfissero gli shang e instaurarono quella ZHOU che presto si indeboli;Questo favori la formazione di principati locali in lotta fra di loro; per questo questi anni sono detti <epoca dei regni combattenti>.Dovve in questo periodo si diffuse il taoismo e il confucianesimo.
La crisi fini quando Qin Shi Huang-DI fondò la dinastia dei Qin. Egli unificò il nord con il sud. Per consolidare il loro potere i Qin attuarono un piano usando metodi brutali. Ridusse il potere della nobiltà terriera, uccisero gli intellettuali di opposizione, deportarono intere popolazioni e fecero fare lavori forzati di massa. Costruirono una frontiera,La grande muraglia.Questa dinastia durò solo un ventennio.

Confucianesimo


La cività cinese aveva un grande rispetto per le tradizioni antiche. Questa mentalità trovò espressione nel pensiero di Confucio .Secondo Confucio lo strumento per passare da uomo comune a uomo superiore, era lo studio, che consentiva di assimilare valori e regole di comportamento della cultura tradizionale.

Taoismo


E' stato fondato da Lao Tzu che proponeva l'abbandono della vita sociale per raggiungere l'ordine cosmico;Questo avveniva attraverso la meditazione che consentiva di prolungare la vita terrena o di prevenire la vita ultraterrena.La via che conduceva a questo obbiettivo era il <non fare>.Il taoismo fu anche un insieme di pratiche magiche e religiose.

Eurasia

Oggi noi pensiamo che l'Asia e l'Europa siano due realtà storico-geocrafiche distinte e diverse. La storia invece ci fa vedere come esistono profondi legami tra Asia e Europa.

Fin dal III millennio a.C i mercanti sumeri avevano imparato a sfruttare i monsoni che per sei mesi soffiavano ad oveste e gli altri sei mesi a est. I sumeri d'estate facevano vela verso la valle dell'Indo poi attendevano il monsone invernale e tornavano a casa. Più tardi anche i mercanti cinesi impararono a sfruttare i monsoni e comiciarono a sambiare le merci con india,cina, isode del sud-est asiatico e la penisola indocinese. Venivano scambiati oro, avorio, metalli, spezie,aromi e pietre preziose e la seta.
Le civiltà dell'europa erano separate da deserti, steppe, montagne, altipiani.In queste zone vivevano solo pastori nomadi che avevano addomesticato il cavallo e il cammello. I nomadi erano anche viaggiatori che attraversavano piste carovaniere che assicuravano scambi via terra. Nel I millennio a.c venne aperta la via della seta dove portavano la seta dalla cina settentrionale al Mediterraneo durante la quale si scambiavano conoscenze,tecniche diffondendole.

Registrati via email