Mito 72506 punti

FASE DELL’APOGEO

La 1°guerra con Cartagine fu dichiarata nel 264 a.c. e fu molto difficile. Roma ottenne qualche vittoria e conquistò Agrigento, ma il punto chiave era distruggere la potentissima flotta punica, che dominava i mari, per poi passare all’attacco diretto a Cartagine in Africa. La 1°condizione fu realizzata a Milazzo, con la vittoria navale ottenuta da Duilio nel 260. la seconda invece fallì, nel 256, quando le truppe romane furono sconfitte e la guerra riportata in Sicilia. Una 2 vittoria navale, nel 241 fece rinunciare definitivamente Cartagine alla Sicilia. Ripresasi, grazie allo sfruttamento della Sicilia, Roma battagliò con gli Illirici per la Dalmazia, ottenendo il pieno comando dell’Adriatico. Intanto Cartagine aveva riversato le proprie mire sulla Spagna. Roma fu costretta a dichiarare una seconda guerra agli africani. Annibale, varcati prima i Pirenei, poi le Alpi Occidentali, sorprese i romani al Ticino e alla Trebbia, e puntò decisamente verso l’Italia centrale, ma il suo esercito, provato da 3 anni di lotte era stanco. Così aggirò l’Italia centrale e fissò al sud il campo per l’inverno. Roma cambiò tattica, resasi conto, dopo la sconfitta di Canne, che la guerra fulminea era solo un’illusione. Data la distanza della Spagna e Cartagine, e il conseguente ritardo dei rifornimenti per Annibale, iniziò una guerra di logoramento, evitando scontri frontali. Fece bloccare Filippo I di Macedonia, che accorreva in aiuto dei Cartaginesi, facendo insorgere delle città greche; mandò (212) i fratelli Cneo e Publio Cornelio Scipione in Spagna a tener impegnato l’esercito d’Asdrubale, fratello d’Annibale. Essi morirono nella presa di Sagunto (211), sostituiti da Publio Cornelio Scipione (l’africano) figlio di Publio. Egli, fu eletto proconsole, a Zuma, nel 202 sconfisse Annibale. C.stipulò la pace e la Spagna passò a Roma. Sicura del dominio nel Med. occidentale, Roma passò all’oriente, dove introdusse il sistema delle province.

Registrati via email