Ominide 2147 punti

Joseph Stiglitz: "che cos'è la globalizzazione"

Stiglitz spiega alcuni degli aspetti del processo di globalizzazione e sottolinea i vantaggi di un mondo che vive sotto gli effetti dei flussi globali ma ne evidenzia anche i limiti che riguardano soprattutto gli errori che sono stati commessi dalle istituzioni globali nell’applicare le regole del neoliberalismo.

- L’apertura al commercio internazionale ha aiutato numerosi paesi a crescere in modo molto più rapido di quanto avrebbero potuto fare altrimenti. Questo perché? Perché Il commercio internazionale favorisce lo sviluppo economico quando le esportazioni di un paese spingono la sua crescita economica.
- Per gli effetti della globalizzazione molte persone vivono oggi più a lungo (esempio: anche se gli occidentali accusano la Nike di sfruttamento essa ha significato, per molte persone dei paesi in via di sviluppo , un’alternativa più vantaggiosa rispetto alla vita da bracciante agricolo)

- La globalizzazione ha ridotto il senso di isolamento, dei paesi in via di sviluppo, consentendo a molti di accedere a conoscenze superiori rispetto a quelle di cui cent’anni fa erano in possesso i ricchi di qualsiasi altro paese.
Questa interconnessione ha portato alle contestazioni antiglobalizzazione (No global).
- Gli aiuti dall’estero(altro aspetto della globalizzazione) hanno portato beneficio a molte persone
(esempio: i guerrieri delle Filippine, deposte le armi, hanno trovato un lavoro grazie a un progetto finanziato dalla Banca Mondiale, esempio: in alcuni paesi i programmi di lotta all’Aids hanno contribuito a limitare la diffusione della malattia)
- I sostenitori della globalizzazione la considerano un progresso e i paesi in via di sviluppo devono accettarla se vogliono combattere la povertà in maniera efficace. Ma per molti paesi in via di sviluppo la globalizzazione non ha portato i vantaggi economici sperati, difatti malgrado le promesse di ridurre la povertà, il numero effettivo di persone che vivono in povertà è cresciuto enormemente (L’Africa cade sempre più in miseria, i redditi scendono, il tenore di vita di abbassa e anche l’aspettativa di vita è ritornata bassa)
- Se la globalizzazione non è riuscita a ridurre la povertà, non è riuscita neppure ad assicurare la stabilità ->infatti le crisi in Asia e in America Latina hanno minacciato le economie di tutti i paesi in via di sviluppo.
Neanche in Russia la globalizzazione ha portato benefici anzi, la povertà si è dilagata.
- L’Occidente ha persuaso questi paesi promettendo prosperità senza precedenti, infatti i critici della globalizzazione accusano i paesi occidentali di ipocrisia. Quest’ultimi hanno spinto i paesi poveri a eliminare le barriere commerciali ma hanno mantenuto le proprie. -> gli Stati Uniti sono tra i principali colpevoli

Registrati via email