Mito 14351 punti

La criminalità

La criminalità è la forma socialmente più rilevante di devianza, e come tale condivide le caratteristiche fondamentali della devianza. Essa non è la caratteristica intrinseca di alcuni uomini ma il modo in cui quegli uomini vengono visti dal resto della società. Perciò la criminalità è uno dei temi centrali della sociologia. In particolare essa coincide con quel tipo di devianza che concerne le norme che la società ha codificato in leggi. Criminale è il comportamento di quelle persone che non rispettano le norme che la società ritiene così importanti da meritare una codificazione scritta (legge) delle sanzioni formali (detenzione o multa) e un'organizzazione sociale apposita col compito di farle rispettare (la polizia). Criminalità e devianza sono due comportamenti diversi da quelli ammessi dalla cultura dominante. Esse sono dunque dei fenomeni di diversità culturale. Ciò non vuol dire che tutte le diversità culturali che compaiono i una società siano percepite come devianti o come criminali. Gran parte dei comportamenti caratteristici delle subculture sono infatti diversi da quelli della cultura dominante ma accettati dalla società come specificità di un certo gruppo sociale, o come eccezioni che possono essere ammesse nella misura in cui non ne valicano i confini. La nostra società considera un comportamento poco cordiale o asociale quello di chi si isola dal contesto circostante indossando delle cuffie stereofoniche per ascoltare musica. Se un adulto andasse in giro tutto il tempo con le cuffie di un mp3 indosso dovrebbe ben presto subire ben presto la disapprovazione degli altri e l'emarginazione del suo ambiente abituale. Ciò non accade nei cconfronti dei giovani, i quali usano spesso indossare effettivamente delle cuffie stereo. Si tratta cioè di un atteggiamento che la società accetta e non considera deviante solo nella misura in cui è espressione di una subcultura riconosciuta come tale e in qualche misura accettata. Lo stesso non si può dire di tutti i comportamenti che esprimono una diversità culturale. Il consumo personale di droghe leggere è un altro tratto caratteristico della subcultura giovanile ma non per questo è un comportamento che la cultura dominante è attualmente disposta ad accettare. La devianza è un tipo particolare di diversità culturale. Essa indica quelle diversità culturali che la cultura dominante mediamente non accetta e che quindi cerca di impedire o limitare emettendo delle sanzioni. La criminalità è a sua volta un tipo particolare di devianza. Essa indica quei comportamenti devianti che la società vieta e sanziona formalmente attraverso le leggi.

Registrati via email