Muzio Scevola, tutto fumo e niente arrosto

LO SAPEVI KE… Muzio Scevola si bruciò la mano perché aveva ucciso la persona sbagliata?

E io lo dico a Skuola.net

scevola fumo

Quando gli Etruschi assediarono Roma nel 508 a.C., il giovane Caio Muzio si offrì di uccidere il re etrusco, Porsenna. Ottenuto il permesso dal Senato, si recò all'accampamento nemico, ma al posto del re uccise un semplice funzionario. Così fu portato al cospetto di Porsenna, che ordinò di torturarlo per conoscere i segreti di Roma, ma Muzio mise la mano sul braciere fino a bruciarsela interamente per punirsi dell'errore commesso: da qui il nome Scevola, che significa mancino. Impressionato da un simile coraggio e consapevole che la tortura non avrebbe portato alcun risultato, il re lo rilasciò e Muzio, per ringraziarlo della sua clemenza, gli confidò che a Roma c'erano ben altri trecento giovani pronti ad ucciderlo. Nonostante l'affermazione di Muzio fosse falsa, Porsenna si impaurì al punto da iniziare le trattative di pace con i Romani... Mai fidarsi del nemico!

(fonti: Tito Livio - Ab Urbe Condita - libro XII )

Registrati via email
In evidenza