Ominide 1016 punti

Il settecento illuminato è un secolo di reazioni all'oscurantismo del passato. È anche un secolo molto vario a livello storico-culturale: è il secolo dei lumi, illuminato da ciò che ha portato l’illuminismo. È il secolo delle rivoluzioni francese ed americana, che si basano sugli stessi principi: tutto è fondato sul pensiero di Rousseau secondo la quale ogni uomo è cittadino del mondo. Come già detto è in totale contrapposizione all'oscurantismo che in passato era posto dalla Chiesa.
Questo secolo d'Illuminismo lavora sul combattere l’oscurantismo, e gli esponenti sono: Newton Keplero e Galilei.
Ma le scoperte che riguardano l'ambito scientifico sono importanti soprattutto nel piano filosofico, perché cambiano la concezione che l'uomo ha di se stesso e del mondo, ma anche di se stesso nel mondo. Si iniziano ad accettare anche le religioni naturali sia perché ora si accettano le leggi naturali spiegabili e sia perché il mondo ora è dominato dalla scienza e non più da Dio.

Nella seconda metà del settecento, attraverso il neoclassicismo ed il preromanticismo ci si lancia verso il romanticismo.

Coordinate storiche:
1797: trattato di Campoformio. Venezia passa sotto il dominio austriaco, tra i cittadini si ha un senso di tradimento.
1802: repubblica italiana(Napoleone)
1804: Napoleone diventa imperatore dei francesi
1805: Napoleone nella battaglia di Austerlitz sconfigge i Russi
1815: Morte di Napoleone, Congresso di Vienna. Fino ad ora ha regnato l’ancien regime, ma con il congresso furono riuniti i capi degli stati che portarono alla restaurazione della politica precedente alla rivoluzione francese. Ciò portò ad un generale malcontento che a sua volta scatenò guerre di indipendenza, anche quella italiana che portò al Risorgimento e all'unificazione italiana. Per questi motivi in Italia il romanticismo sarà prettamente patriottico.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 700?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email