Ominide 476 punti
Questo appunto contiene un allegato
Illuminismo fino al Romanticismo scaricato 2 volte

Contesto storico illuminismo
1701-1748 Successione spagnola, polacca e austriaca.
1774 Rivoluzione Americana – Dichiarazione d’Indipendenza.
1789 Rivoluzione Francese - causata da:
• Privilegi nobiltà e clero.
• Malcontento porta ad eventi rivoluzionari.
• Diffusione illuminismo.
1793 Decapitazione di Luigi XVI ed inizio del PERIODO DEL TERRORE seguito dalla DITTATURA DI ROBESPIERRE (Più potere al popolo – suffragio universale le nomine del comitato della salute e della sicurezza). Avviene un colpo di stato contro Robespierre e si arriva ad una Nuova Costituzione.

Illuminismo
Movimento di pensiero nato nella prima metà del ‘700 (Francia poi Europa) che poneva l’uomo al centro del mondo e che si basava sulla RAGIONE per illuminare le menti degli uomini per condurli alla via del progresso e delle felicità.

Origini:
Riprende qualche pensiero dal Rinascimento e dal ‘600:

Rinascimento:
-Uomo al centro del mondo e artefice del proprio destino.
-Visione laica della vita.
-Le varie religioni sono diverse manifestazioni della stessa religione naturale.
‘600:
-Razionalismo.
-Empirismo inglese.
-Autonomia della morale.
-Uguaglianza uomini.
-Sovranità popolare.

News:
1. Sviluppo scienza (sperimentazione, ricerca delle leggi naturali, tecnologia, collaborazione tra scienziati, vaccino, accademie e riviste SAPERE).
2. Ottimismo + Progresso = Felicità.
3. Cosmopolitismo (Filantropismo): amore verso tutti gli esseri viventi (società equa).
4. Sensismo (John Locke): “All’origine di ogni idea e pensiero umano c’è esperienza e percezione”.

Diffusione:
I protagonisti furono gli intellettuali, che assunsero un nuovo ruolo sociale e si proponevano come guida della società: i PHILOSOPHE:
• Colui che imponeva emozioni e controllava la ragione.
• Colui che osservava la realtà senza preconcetti.
• Colui che considerava tutti gli uomini uguali.
La diffusione avvenne facilmente grazie ai giornali, meno alfabetismo, francese lingua internazionale e la massoneria.

Illuminismo e religione:
Molti scontri a causa dei privilegi ecclesiastici, quindi nasce il GIURISDIZIONALISMO: regola i rapporti Stato-Chiesa (la quale si batteva principalmente con la superstizione, il fanatismo religioso e le religioni rilevate tipo il Deismo).

Illuminismo e pensiero economico:
Abbiamo 2 scuole di pensiero:
• FISIOCRATICI (In Francia comandati da Quesnay che prediligevano l’agricoltura).

• LIBERISTI (In Inghilterra comandati da Smith che prediligevano il lavoro dei singoli).
Ma per entrambe le scuole di pensiero:
• Economia soggetta alle leggi naturali.
• Critica politica mercantilistica.
• Nuova politica economica.

Illuminismo e pensiero politico:
L’Illuminismo era contro l’antico regime poiché avevano l’assolutismo sovrano e la divisione sociale in classe mentre nell’illuminismo si predilige una separazione dei poteri e l’uguaglianza fra gli uomini.

Illuminismo in italia:
Si diffuse nel ‘700 grazie alla STAMPA PERIODICA favorendo la diffusione de “IL CAFFE’” dei fratelli Verri e “DEI DELITI E DELLE PENE” di Beccarla (separazione peccato-realtà).

Idealismo
Dialettica tra finito (luoghi) ed infinito (pensiero).

CONTESTO STORICO NEOCLASSICISMO E PREROMANTICISMO
1741-1748 Successione austriaca.
1756-1763 Guerra dei 7 anni.
1776 Dichiarazione d’Indipendenza.
1789 Rivoluzione Francese.
1796 Arrivo di Napoleone in Italia – Trattato di Campoformio.

Neoclassicismo
Nasce a metà ‘700 e si basa sul pensiero illuminista con la sensibilità preromantica, il BELLO IDEALE è sinonimo di semplicità, equilibrio e ordine.
Winckelmann: “ Opera non doveva essere una semplice copia della realtà ma la manifestazione del bello ideale in cui si realizza la sintesi tra bellezza della natura e valori morali (con riferimenti al mondo classico ed alla mitologia greca e latina). ”
Quindi il bello ideale è l’espressione dell’anima dell’artista, la quale deve essere nobile semplicità e quieta grandezza; la materia è ciò che rende sensibile e visibile il bello.

Principio di imitazione:
L’antichità classica è vista come un mondo di bellezza, valori morali e razionalità.

diverse tendenze:
Illuministico imperiale preromantico
Temi di carattere sociale e civile con ricorso alla satira in un linguaggio semplice e chiaro. Arrivo di Napoleone (esaltazione) in un linguaggio solenne. L’ascesa di Napoleone porta inquietudine e turbamento, anche nel rapporto uomo-natura, e porta al senso della morte.

Preromanticismo
Corrente di tendenze culturali ed al gusto, si basa sulla dimensione interna soggettiva dell’amore per la natura selvaggia e le atmosfere lugubri e sepolcrali.

News:
1. Abbandono dell’ottimismo illuministico (quindi anche alla fiducia per la scienza e per il progresso).
2. Riscoperta interiorità e rivalutazione dei sentimenti e delle passioni e dei luoghi incontaminati.

Caratteri:
• arte: esigenza di libertà.
• Esaltazione del genio individuale (ognuno è modello di se stesso).
• dimensione soggettiva (sfera dei sentimenti, irrazionale) porta a inquietudine o ribellione (TITANISMO).
• natura desolata, selvaggia e sconvolta (temi drammatici).
• Gusto per ignoto, misterioso e macabro.
Diverse tendenze:
Inghilterra Germania Italia
Poesia sepolcrale e assionica dal gusto funerario e macabro (Young-Gray) Sturm and Drung: gruppo di giovani intellettuali che ripudiavano il razionalismo e l’intellettualismo in nome del sentimento, fantasia e libera espressione (Klinger-Schiller) Tragedie con forti passioni, ansie di libertà e titanismo (Alfieri)
Romanzo gotico con scenari medioevali ed elementi sovrannaturali (Walpole) Forma epistolare in 1° persona con mito dell’esule (fuga da dominio estero) (Ortis di Foscolo)

Contesto storico romanticismo
1797 Trattato di Campoformio a Napoleone – Delusione Italiana.
1814 Caduta di Napoleone.
1814-1815 Congresso di Vienna (restaurazione).
1820/21/30/31 Moti rivoluzionari (falliscono).
1859-1860 Seconda Rivoluzione Industriale e la questione sociale.

Romanticismo
La cultura romantica è un ritorno alla religione classica (specialmente all’aspirazione al divino) caratterizzato dall’esaltazione del sentimento (passioni, manifestazione di follie e sogni). Il rapporto uomo-natura fa nascere il PANISMO: sentirsi parte di tutto ciò; la natura è una forza selvaggia ed ostile.

Caratteri:
• arte: è l’espressione spontanea del genio individuale.
• continuo desiderio di fuga porta all’attrazione verso la morte.
• Eroe:
1. Ribelle (titanismo)
2. Vittima (vittimismo)
3. Romantico (Patriottico, chi è contro il cosmopolitismo illuminista, o liberta’)
4. Vi è un interesse verso la storia ed il Medioevo ma con 2 tendenze:
• Rappresentazione del vero.
• Esaltazione del fiabesco e del fantastico.

Diverse tendenze:
Germania Italia
Scuola di Jena: Nasce a Jena con la rivista Athenaum (Wilhelm, Friedrich). Coincide con lo sviluppo del movimento risorgimentale (impegno civile) con temi reali ispirati al patriottismo. Quindi per l’intellettuale era una missione sociale per la libertà ed uno stato unitario (rivista CONCILIATORE, idee liberali e romantiche).
Scuola di Heidelberg: Si basa sul nazionalismo (Fratelli Grimm, Von Chamisso).

Scuola di Sveva: Riprende il Medioevo.

AutorI:
1. Madame de Stael: “Sulla maniera e l’utilità delle traduzioni”, voleva far ragionare ad aprire la mente e quindi non leggere solo nella propria lingua ma anche nella lingua madre dell’opera.
2. Giovanni Berchet: “Lettera semiseria di Grisostomo al suo Figliuolo”, spiega il significato della poesia romantica al figlio attraverso 2 traduzioni di 2 ballate di Burger.
3. Alessandro Manzoni: “Lettera sul Romanticismo”, esprime tutto il suo negativismo romantico (rifiuto principio di imitazione, regole e mitologia) e positivismo romantico (educare ai valori Cristiani più che alla passione).

Registrati via email