Genius 4190 punti

L'Arcadia

In Italia, la prima esigenza di cui l'illuminismo fece prender coscienza, soprattutto agli uomini di cultura, fu quella di una "purificazione" della lingua e della letteratura, ovvero liberarla dall'uso e dall'abuso di figure retoriche, dall'ossessione per la voglia di stupire il lettore,di strafare...Questo fenomeno si tradusse con la diffusione della cosiddetta arcadia.
Cristina di Svezia, giunta in Italia, fondò un circolo letterario contornandosi di scrittori e poeti famosi, tutto ciò avvenne nella città di Roma, che vide nascere così la prima arcadia (fine del '600).
Il nome arcadia deriva da una mitica regione greca e fu scelto proprio perché la Grecia rappresenta la culla della cultura.
Questi poeti si diedero tutti degli pseudonimi classicheggianti e si proclamarono protetti da Gesù bambino; la poesia degli arcadi fu di tipo bucolico, ma spesso ci troviamo di fronte ad opere melense e sdolcinate che non hanno nulla a che fare con la classica poesia bucolica, ma tutto sommato ci fu un'esigenza di rinnovamento, per giungere di nuovo a quell'equilibrio ed a quell'eleganza oramai scomparsi.
Uno dei principali esponenti dell'arcadia fu Pietro Trapassi, noto a tutti come Metastasio; egli divenne famoso soprattutto perché a lui si la riforma del melodramma.
Le opere del Metastasio ricordano in un certo senso i quadri del pittore veneziano Canaletto: nelle sue poesie egli narra di un mondo fatuo, lontano dalla vita di quel tempo.
In un'Italia divisa politicamente e linguisticamente, si sentì molto l'esigenza di unità ed è per questo che il circolo dell'arcadia svolse un ruolo molto importante: esso permise un libero scambio di idee tra intellettuali di quasi tutta la penisola.
I circoli si diffusero ben presto lungo il territorio italico, ma i centri più importanti furono quelli di Roma e Milano, bisognò aspettare la metà del 1700 per una vera e propria aria d'innovazione, che avvenne comunque solo a Milano; a Roma ci fu solo nella seconda metà dell'Ottocento.
In fin dei conti l'esplosione dell'arcadia non fu un fenomeno a sé stante, infatti portò con sé la diffusione di fenomeni come quello dei caffè e delle accademie (da ricordare sono quella dei Pugni e quella dei Trasformati), così che la seconda metà del '700 vide una grande rinascita culturale.

Registrati via email