Web e free, l’informazione per i giovani è social

Lorena Loiacono
Di Lorena Loiacono

 informazione dei giovani? Social e free

Si tengono informati, i giovani, ma lo fanno a modo loro. Nel vero senso della parola. Scelgono infatti gli argomenti su cui tenersi aggiornati e selezionano le fonti, tramite i mezzi che conoscono meglio. Vale a dire, i social. Addio quindi il giornale completo, a fornire le notizie ci pensano facebook, twitter e le app. E il risultato non è assicurato.
A rivelarlo è un sondaggio di Skuola.net, effettuato su un campione di 3600 studenti tra 11 e 19 anni, da cui emerge che il 45% dei ragazzi ammette di non leggere mai un quotidiano. E nel restante 55% c'è una piccola quota, circa 1 su 11, che legge solo a scuola quando il docente sottopone un articolo alla classe.

LA SCELTA E’ FREE - Nella fetta di coloro che leggono i quotidiani, invece, la metà si affida alla scelta di mamma e papà sfogliando il giornale che trova in casa. Senza sceglierlo quindi personalmente. L’altra metà invece è perfettamente divisa in due tra chi sceglie autonomamente la testata e va in edicola ad acquistare il giornale o la rivista e chi invece si affida ai free press, sfogliandoli mentre si reca a scuola o, per i più grandi, a lavoro.

WEB CHE MI RACCONTI? – Ma allora che cosa preferiscono i giovani? La maggior parte degli intervistati, oltre il 35%, non ha dubbi: vogliono sì tenersi informati ma lo fanno tramite i giornali online e i siti specializzati. Del resto è il linguaggio a loro più famigliare. Agli amanti del web si aggiunge poi una buona fetta, circa il 29%, che legge quel che arriva tramite social network, seguendo quindi i contenuti che condividono gli amici o i contatti sul social: si tratta di un ragazzo su 3. Quindi, oltre 6 giovani su 10 scorrono le notizie su tablet e smartphone, sempre a portata di mano, mandando in pre-pensionamento il giornale cartaceo.

TG CHE NOIA - E la tv che ruolo ha nell’informazione destinata ai giovani? Secondo il sondaggio di Skuola.net, non ha decisamente un ruolo decisivo. Solo il 22% degli intervistati infatti, poco più di un ragazzo su 5, segue i telegiornali. Bocciati quindi dalla stragrande maggioranza degli studenti. Ma il tg non è l’unico prodotto televisivo a non riscuotere l’interesse dei più giovani: la stessa sorte tocca infatti le tribune politiche, ritenute troppo noiose da 4 studenti su 10. Uno studente su 4 le segue ma solo quando trattano argomenti inerenti i giovani.

HI-TECH CHE PASSIONE – Mezzi di informazione a parte, che cosa cercano i giovani? Tra gli argomenti che maggiormente attraggono l'interesse degli studenti, emerge la scienza e la tecnologia per il 22% degli intervistati. Seguono praticamente a pari merito politica e attualità, cinema e musica.

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv va in vacanza!

Anche la Skuola Tv prende un momento di pausa, ma non preoccuparti in autunno torneremo a farti compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta