Tempo di scioperi: cosa fare?


Il governo ha giurato solo ieri, ma ci sono già delle proteste in vista sul fronte studenti. Neanche il tempo di conoscere il neo ministro Gelmini ed eccoci qua pronti a dire la nostra. Che popolo bellicoso quello degli studenti, potrebbe dire qualcuno. Scherzi a parte, andiamo a scoprire queste manifestazioni.

SCIOPERO CONTRO IL "NUMERO CHIUSO" - Inizia oggi l'Unione degli Studenti, che alle 11.30 si trova in Piazza Montecitorio. Il problema? Protestare contro il sistema del “numero chiuso” per l'accesso all'Università. “Le gravi irregolarità che si sono riscontrate durante i test dell'anno scorso – spiega Valentina Giorda dell'Uds - sono soltanto la punta dell'iceberg di un sistema poco efficace che non garantisce a tutti le stesse possibilità di accesso e soprattutto non rappresenta un metodo efficace di valutazione delle conoscenze e delle inclinazioni personali dei candidati” (per saperne di più clicca qui).

Una protesta condivisibile su alcuni aspetti, perché il numero chiuso rappresenta in qualche modo una negazione del principio del diritto allo studio. Ma d'altro canto bisogna evitare, per il bene stesso delle persone, che si intraprenda una carriera universitaria potenzialmente non adatta alle proprie inclinazioni: sbagliare scelta comporta una perdita di tempo per lo studente e un costo a fondo perduto per il sistema universitario.
Una manifestazione come questa può aiutare a riflettere su come rendere questo sistema giusto e capace di evitare il ripetersi di casi di corruzione come quelli dello scorso anno. Questi sì a dir poco scandalosi!

SCIOPERO PRO-TIBET - Lo sciopero prosegue poi il giorno successivo. In questo caso niente manifestazioni, solo astensionismo da lezione. A favore del popolo tibetano, per la sua libertà, che ancora oggi viene negata. A firmare il comunicato stampa e l'iniziativa sono “gli studenti del nord”. Sebbene ci sia un nobile obiettivo, l'utilità pratica di questa iniziativa è molto limitata. Se non riescono a risolvere la situazione del Tibet le pressioni internazionali di governi e media, sembra difficile che possa in questo intento una astensione dalle lezioni di alcuni italiani. Anche in questo caso lasciamo a voi studenti valutare la scelta migliore.

SKUOLA.NET SEMPRE CON VOI! - Skuola.net è come sempre il riferimento per essere sempre informati sul mondo della scuola e de giovani. Seguiremo per voi queste manifestazioni e vi terremo informati sui risultati che otterranno.

Nei prossimi giorni vi presenteremo anche il nuovo Ministro dell'Istruzione, cercando di scoprire quali sarà la sua politica in tema di scuola.

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta