Stranieri ammessi alla maturità senza licenza media

Cristina Montini
Di Cristina Montini

studenti stranieri

Gli studenti stranieri potranno iscriversi regolarmente alla scuola superiore anche se non hanno ottenuto la licenza media, lo ha stabilito il Ministero dell’istruzione. Il quotidiano “La Padania” accende la polemica con l’accusa di discriminazione a danno degli studenti italiani, ma attenzione a non cadere in inganno. Vi spieghiamo i motivi della decisione e come questa disposizione sarà applicata.

LICENZA MEDIA PER STRANIERI

- Il Miur, il 27 gennaio scorso, ha emanato una circolare ministeriale per risolvere il seguente problema. Al momento dell’esame di maturità, la Commissione esaminatrice controlla i fascicoli dei maturanti per verificare che abbiano tutti i documenti necessari per sostenere le prove. Spesso accade che gli studenti stranieri non abbiano il documento di licenza media e così viene fatto loro sostenere l’esame di terza media in un Centro per adulti per ottenere il titolo mancante. Per il Ministero questa è una soluzione illegittima.

STRANIERI CON MENO DI 16 ANNI - Ora la circolare ministeriale stabilisce che gli studenti stranieri minori di 16 anni, e che quindi ancora devono assolvere l’obbligo di istruzione secondo l'ordinamento scolastico italiano, “vengono iscritti alla classe corrispondente all’età anagrafica” a meno che “il Collegio dei docenti deliberi l’iscrizione ad una classe diversa, tenendo conto:
a) dell’ordinamento degli studi del Paese di provenienza dell’alunno, che può determinare l’iscrizione ad una classe immediatamente inferiore o superiore rispetto a quella corrispondente all’età anagrafica;
b) dell’accertamento di competenze, abilità e livelli di preparazione dell’alunno;
c) del corso di studi eventualmente seguito dall’alunno nel paese di provenienza;
d) del titolo di studio eventualmente posseduto dall’alunno”.

STRANIERI CON ALMENO 16 ANNI - Per gli studenti stranieri che richiedono l’iscrizione ad una scuola superiore e che non sono più soggetti all’obbligo scolastico (hanno almeno 16 anni), “il Consiglio di classe può consentire l’iscrizione di giovani provenienti dall'estero, i quali provino, anche mediante l’eventuale esperimento nelle materie e prove indicate dallo stesso consiglio di classe, sulla base dei titoli di studio conseguiti in scuole estere aventi riconoscimento legale, di possedere adeguata preparazione sull’intero programma prescritto per l’idoneità alla classe cui aspirano”.

COSA SUCCEDE NELLA TUA SCUOLA? - In ogni caso, quindi, sarà la scuola a stabilire se il ragazzo straniero è in grado di accedere alla scuola superiore o no valutando la sua effettiva preparazione. La polemica portata avanti dal quotidiano leghista si fonda sul fatto che gli stranieri avrebbero vita agevolata nell’iscrizione alle superiori. Ma ora che vi abbiamo spiegato cosa dice la circolare, vi chiediamo di esprimere la vostra opinione e lasciare la vostra testimonianza.

Nella vostra classe c’è disparità di voti tra studenti italiani e stranieri?

Cristina Montini

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta