Liguria, Piemonte e Toscana, a rischio i ponti festivi

Cristina Montini
Di Cristina Montini

calendario

L’anno scolastico per gli studenti di Liguria, Piemonte e Toscana è a rischio stravolgimento per le troppe assenze e allora gli assessori regionali chiedono al Ministro Profumo un provvedimento che deroghi al limite dei 200 giorni di lezione nelle zone colpite dalle alluvioni.

SI CHIEDE UN DECRETO PER LE ZONE ALLUVIONATE - Nelle zone colpite dalle alluvioni tra il 25 ottobre e il 4 novembre scorsi, molte scuole sono rimaste chiuse e per questo motivo numerosi istituti rischiano di non raggiungere i 200 giorni di didattica previsti per legge per rendere valido l’anno scolastico. Per risolvere il problema le direzioni scolastiche regionali di Liguria, Piemonte e Toscana colpite dal nubifragio hanno chiesto al neo ministro dell’istruzione un decreto – atteso per domani 30 novembre – che non renda necessario recuperare quelle giornate di chiusura da parte delle scuole.

GIÀ FATTO PER L'ABRUZZO - Il provvedimento richiesto ricorda quello approvato dalla Gemini in occasione del terremoto che ha colpito l’Abruzzo nel 2009. In quell’occasione il Ministro dell’istruzione era intervenuta aumentando il numero di 7 giorni che ogni scuola ha a disposizione per programmare attività extradidattiche, ponti e viaggi di istruzione e abbassando il limite minimo dei 200 giorni di lezione.

SOLUZIONI ALTERNATIVE - Ma per qualcuno, in questo caso, il provvedimento non serve. Giuliana Pupazzoni, la direttrice scolastica regionale della Liguria, ha dichiarato: “Usando un po' di buon senso, qualche preside può ancora recuperare: si possono rimodulare i "ponti" festivi a venire oppure aggiustare una parte dei 7 giorni messi a loro disposizione”. E così, in ogni scuola si cerca di trovare un modo per “recuperare”. A Spezzino, ad esempio, il preside ha già ha provveduto a disporre che gli studenti recuperino i giorni persi (e quelli che eventualmente si dovrebbero perdere per le elezioni in primavera) andando a lezione anche il sabato.

I PROSSIMI PONTI - Inoltre si potrebbero recuperare giorni rinunciando ai prossimi porti previsti per lunedì 23 e martedì 24 aprile e per lunedì 30 aprile. Ed ancora, ogni Regione potrebbe allungare l’anno scolastico fino a 212 giorni e chiudere le scuole una settimana dopo rispetto a quanto fosse già stato previsto.

LIMITE DELLE ASSENZE - Ma gli studenti sanno che a tutto questo si aggiunge un ulteriore problema, quello del limite delle assenze individuali. Circa 50 sono i giorni di assenza concessi in un anno. Escludendo comunque le assenze fatte per motivi del tutto eccezionali (e quindi anche quelle disposte dalla scuola per l’alluvione), ricordatevi che dovete frequentare almeno i 2/3 delle lezioni per poter passare l’anno. Per saperne di più, fate il calcolo delle assenze.

Cristina Montini

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta