Soap in progress, le mani si 'lavano' in classe

foto del sapone per le mani

Piccoli chimici crescono. E creano una linea di saponi. Gli studenti dell'Itis Majorana di Brindisi hanno poco più di 17 anni e, insieme ai loro prof e ai tecnici di laboratorio, sono gli ideatori e creatori di Soap in Progress”. Si tratta di una linea di detergenti di cui hanno studiato tutte le fasi, dalla produzione al marketing, creando persino etichette e contenitori. Un prodotto 100% naturale, come racconta il preside della scuola, Salvatore Giuliano, che noi di Skuola.net abbiamo intervistato per farci raccontare tutto.

Soap in Progress è un progetto dell'Itis Majorana, ci spiega di cosa si tratta?
E’ un programma di laboratorio realizzato da una classe di ragazzi insieme ai loro docenti di chimica. Attraverso questa esperienza i ragazzi hanno studiato tutti i solventi e hanno messo in piedi una catena di produzione di detersivi per tutte le tipologie. Per esempio, c’è la linea di igiene personale, quella per gli ambienti e anche i detersivi per i piatti.

L'idea di questo progetto è partita dagli studenti o dagli insegnanti?
In realtà è nata insieme. E’ partita durante le lezioni, mentre si affrontavano questi argomenti. Finché poi i ragazzi non hanno deciso di toccare con mano il tutto arrivando alla produzione dei solventi.

In che modo e quanto lavoro ha richiesto ai ragazzi realizzare questi prodotti?
Hanno lavorato in aggiunta alle attività curriculari. Si sono trattenuti a scuola circa una trentina di ore. Il lavoro effettivo riguardava lo studio del processo dei solventi dando molta importanza all’ambiente. Per questo quando hanno prodotto i detergenti hanno scelto ingredienti naturali derivati dall’olio d’oliva e dagli oli vegetali.

Chi ha detto che gli esperimenti chimici non possono esser fatti anche in casa? Guardate questa idea divertente!

I ragazzi si sono divertiti?
Moltissimo. Purtroppo la scuola spesso si ferma agli aspetti teorici. Qui non diamo solo le basi di natura chimica ma vogliamo anche far lavorare i nostri ragazzi. Ovviamente per produrre i detergenti hanno messo in campo le competenze teoriche.

In questo progetto è stata coinvolta qualche azienda?
No, solo un docente che ha competenze specifiche perché possiede un’azienda di prodotti derivati dall’olio d’oliva e quindi ha riversato queste competenze in classe.

Una volta realizzati, i ragazzi potranno vendere i loro prodotti? Cosa ne faranno?
Non è nei nostri obiettivi al momento. E’ un esperienza didattica ma la cosa bella è che alunni e docenti hanno fatto un analisi commerciale del settore. Quindi indagini dei costi di produzione, capire quali margini ci sono prestando attenzione alle indagini di mercato. Il prezzo dei nostri saponi è pari a un terzo di quelli che normalmente troviamo in vendita.

Serena Santoli

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta