Profumo proclama gli Stati generali della scuola

profumo ascoltare ragazzi

A settembre nasceranno gli “Stati generali” della scuola. Lo annunciato ieri il ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, alla presentazione della rubrica “Ripartire dalla scuola”, contenuta nella rivista “Italianieuropei”, ribadendolo anche alla festa dell’orientamento all’Università Tor Vergata, dove eravamo presenti anche noi di Skuola.net.

L’IMPORTANZA DEI RAGAZZI – Dopo averli insultati, chi chiamandoli bamboccioni e chi sfigati, finalmente sembra essere arrivato qualcuno che abbia capito quanto valgano davvero gli studenti italiani. Infatti, per il ministro Profumo sembra proprio arrivato il momento in cui si debbano cercare “occasioni per far parlare i ragazzi, perché spesso noi non abbiamo tutte le risposte e sappiamo la metà delle cose”. Ecco a cosa serviranno gli “Stati generali” della scuola che partiranno a settembre: ad ascoltare e far parlare i ragazzi.

MA QUALI BAMBOCCIONI! – Questo è quanto ha ribadito il ministro ieri anche alla festa dell’orientamento che si è svolta all’Università di Tor Vergata, a Roma, dove eravamo presenti noi di Skuola.net insieme a circa settemila studenti. Salendo sul palco per il suo intervento, il ministro si è circondato di ragazzi ed ha sottolineato più volte quanto sia importante che siano ascoltati. “So quanto valete ed io non mi permetterei mai di chiamarvi bamboccioni” ha dichiarato Profumo nel rispondere alle domande dei ragazzi, senza saltarne nessuna, nemmeno la più polemica, aggiungendo poi “ho finito di studiare da poco. In fondo, è come se fossi uno studente anche io”.

E tu ti senti ascoltato? Cosa vorresti dire a Profumo se avessi la possibilità di parlargli?

Serena Rosticci

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta