Ponte Immacolata: tu lo fai?

ponte immacolata

Domani avremo un primo assaggio delle vacanze natalizie che, per alcuni si protrarrà per tutta la settimana grazie al ponte, per altri, invece, si limiterà solo a giovedì, festa dell’Immacolata Concezione.
Immaginiamo, quindi, l’invidia che molti di voi, che venerdì dovranno alzarsi presto per andare a scuola e magari affrontare l’ennesimo compito in classe, proveranno nei confronti dei loro compagni che, lo stesso giorno, lo passeranno nel caldo dei loro piumoni o in qualche posto di vacanza. La domanda, a questo punto, è legittima: in base a cosa le scuole decidono di concedere il ponte?

PONTE SI, PONTE NO - I giorni di festività civili, nazionali e religiose sono decisi dal Ministero della Pubblica Istruzione. E’ quindi il ministro che sceglie i giorni di festa nei quali le scuole dovranno restare necessariamente chiuse. Alle singole Regioni, invece, spetta stabilire l’inizio e la fine delle lezioni, delle vacanze natalizie e pasquali, e di altri momenti di sospensione dell’attività didattica per tutte le scuole del territorio. In base a queste alle scelte, è poi il singolo istituto scolastico ad adattare il calendario scolastico alle sue esigenze.

I CRITERI – Ma la domanda ritorna: in base a cosa la scuola sceglie di fare ponte? Il criterio fondamentale sul quale si basa questa scelta è fondamentalmente uno: il raggiungimento minimo dei 200 giorni di lezione. Questa deve essere, infatti, la durata minima delle lezioni che ogni scuola deve raggiungere per legge, e tutto ruota intorno a questo criterio. Se quindi, per esempio, una scuola ha iniziato le lezioni dopo il 12 settembre e rischia di non arrivare ai 200 giorni effettivi di lezione, sarà più difficile che conceda il ponte ai proprio studenti.
Un altro criterio su cui si basa la scelta della scuola di concedere, o meno, il ponte, è il sabato. Se, infatti, l’istituto effettua le lezioni anche in questo giorno, non sarà facile che gli studenti ottengano un ponte che, come in questo caso, gli possa far perdere ben due giorni di scuola.

CHE FORTUNA! – Detto questo, non possiamo fare a meno di rivolgere un particolare pensiero d’invidia alla maggior parte degli studenti milanesi che, grazie alla festa del loro patrono, Sant’Ambrogio, se ne staranno a casa da oggi fino a lunedì prossimo!

E la tua scuola farà ponte? Scrivilo in un commento!

Serena Rosticci

Commenti
Skuola | TV
Amore e sessualità, quello che non sai sulla tua sicurezza

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta