Cosa fare dopo la maturità?

Cristina Montini
Di Cristina Montini

orientamento università lavoro

Lo studio per gli esami di maturità non è l’unica preoccupazione che in questo periodo agita i maturandi. Anche la scelta di cosa fare dopo aver finalmente conquistato il tanto agognato diploma è un bel grattacapo. E allora oggi vi aiuteremo a capire se valga la pena continuare a studiare andando all’università o se, al contrario, sia meglio cercare subito un lavoro. E vi daremo alcuni suggerimenti per scegliere la facoltà giusta.

DOPO LA MATURITÀ - Per orientarvi nella scelta del vostro futuro e alleggerirvi del peso di decidere cosa fare da grande, abbiamo pensato ad una speciale videochat. Grazie alla compagnia di una giovane studentessa universitaria e alla presenza in studio di Valentina Iaione della Luiss Guido Carli, parleremo di orientamento universitario: l'appuntamento è per oggi pomeriggio, martedì 31, alle ore 16. Potrete non solo ascoltare i consigli e le testimonianze degli ospiti in studio, ma soprattutto fare le vostre domande direttamente agli esperti in studio. Ma c'è di più, parleremo anche della Luiss Summer School, la vacanza-orientamento che con Skuola.net costa meno: con noi uno sconto del 10%.

COSA FANNO GLI ALTRI? - Ma nell'attesa della videochat, vediamo quali sono state le scelte dei ragazzi un po' più grandi di voi. Con una recentissima indagine, Almalaurea ha fotografato proprio la situazione dei diplomati italiani un anno dopo la maturità analizzando quanti hanno scelto di proseguire gli studi e quanti sono riusciti a trovare subito lavoro.

FACOLTÀ UMANISTICHE LE PIÙ AMATE - Il 60% dei ragazzi che si sono diplomati nel 2009 si è iscritto all’università: di questi, la maggior parte si è iscritta ad una facoltà dell’area umanistica (il 25%) o dell’area economico-sociale (il 22%), mentre solo il 16% ha optato per architettura o ingegneria.

I LICEALI SCELGONO L'UNIVERSITÀ - Scegliere l’università è stato quasi naturale per i diplomati dei licei, infatti l’82% di loro si è iscritto ad un corso universitario. E anche poco più della metà dei diplomati in un istituto tecnico ha visto nell’università uno strumento utile per costruire il proprio futuro. Sono gli studenti degli istituti professionali quelle che, al contrario, preferiscono mettere in pratica subito ciò che hanno imparato nei 5 anni di studio e cercare quindi una occupazione: solo il 21,4% si è iscritto all’università, d’altronde il tipo di formazione ricevuta permette loro di poter contare su una preparazione pratica spendibile immediatamente nel mondo del lavoro.


QUELLI CHE PREFERISCONO LAVORARE
- Ma qual è la sorte che spetta a chi non si iscrive ad una facoltà universitaria? Il 23,6% si è messo a cercare lavoro, ma solo il 23% di coloro che hanno trovato un’occupazione ha un contratto a tempo indeterminato.

ORIENTAMENTO UNIVERSITARIO - E per saperne di più sulle opportunità di formazione dopo il diploma oppure per scegliere la facoltà giusta, vai nella sezione Orientamento Universitario abbiamo inserito tutte le informazioni utili per aiutarvi a decidere consapevolmente cosa fare del vostro futuro, una vera bussola per trovare la via giusta nel labirinto delle offerte formative post-diploma.

Cristina Montini

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta