Riforma Gelmini: tutti gli indirizzi delle scuole superiori

Cristina Montini
Di Cristina Montini

Orientamento superiori

Riforma Gelmini: cosa cambia nelle scuole superiori

A partire dallo scorso anno è entrata in vigore la riforma di riordino e riorganizzazione delle scuole superiori, ecco quindi il nuovo assetto di licei, istituti tecnici e professionali.

I percorsi di studio sono stati riorganizzati per soddisfare, secondo quanto stabilito dal Ministero dell’Istruzione, due esigenze particolari:
- Ridurre l’eccessiva frammentazione e proliferazione degli indirizzi di studio, eliminando le centinaia di sperimentazioni che negli anni si erano andate creando;
- Ridurre gli insegnamenti e il numero complessivo di ore per ottimizzare sia le risorse economiche che l’impegno degli studenti che altrimenti rischierebbe di disperdersi per le troppe materie.

Vediamo ora, nel dettaglio, quali sono i corsi di studio a cui ci si può iscrivere.

LICEI

La riforma dei licei ha eliminato oltre 400 sperimentazioni per arrivare a soli 6 licei con alcune novità rispetto alle materie studiate: la valorizzazione del latino e delle lingue straniere, l'incremento delle ore da dedicare a matematica, fisica e scienze, nel quinto anno l'insegnamento di una disciplina non linguistica in lingua straniera e la possibilità, a partire dal secondo biennio di studi, di svolgere stage o di scegliere la formula dell'alternanza scuola-lavoro.

1) Liceo artistico
È articolato in sei indirizzi: Arti figurative; Architettura e ambiente; Audiovisivo e multimediale; Design; Grafica; Scenografia.
2) Liceo classico
La vera novità nel liceo classico è l’inserimento dell’insegnamento di una lingua straniera per tutti i 5 anni, anziché solo per i primi due come finora è stato.

3) Liceo scientifico
Oltre al normale indirizzo scientifico, ci sarà la possibilità di attivare “l'opzione scienze applicate” per approfondire la conoscenza di queste aree.
4) Liceo linguistico
Nel liceo linguistico, oltre all'insegnamento i 3 lingue straniere, si prevede che a partire dal terzo anno una materia non linguistica verrà insegnata in lingua straniera e, a partire dal quarto anno ad essere insegnate in lingua straniera le materie saranno due.
5) Liceo musicale e coreutico
La novità nel sistema dei licei e l’introduzione del liceo musicale e coreutico che potrà essere attivato in collaborazione con i conservatori e le accademie di danza per le materie di loro competenza.
6) Liceo delle scienze umane
Questo sarà il liceo che andrà a sostituire quello che è l’attuale liceo socio-psicopedagogico. Inoltre è prevista la possibilità di attivare “l’opzione sezione economico-sociale” per approfondire i nessi tra le discipline giuridiche, economiche, sociali e storiche.

ISTITUTI TECNICI

La riduzione degli indirizzi per gli istituti tecnici ha portato alla distinzione in 2 soli settori, economico e tecnologico, a loro volta suddivisi in altri indirizzi per un totale di 11 tipologie di percorso di studi.

Il settore economico si distinguerà in due indirizzi:
- Amministrazione, Finanza e Marketing;
- Turismo.

Quello tecnologico, invece, conterà 9 indirizzi:
- Meccanica, Meccatronica ed Energia;
- Trasporti e Logistica;
- Elettronica ed Elettrotecnica;
- Informatica e Telecomunicazioni;
- Grafica e Comunicazione;
- Chimica, Materiali e Biotecnologie;

- Sistema moda;
- Agraria e Agroindustria;
- Costruzioni, Ambiente e Territorio.

La struttura del percorso didattico è stata divisa in due bienni (uno per un'istruzione di base e l'altro più specifico) e un quinto anno. Inoltre è previsto un maggior numero di ore di laboratorio e di inglese; ma anche la possibilità di insegnare “scienze integrate” con l'obiettivo di potenziare la cultura scientifica.

ISTITUTI PROFESSIONALI

Per gli istituti professionali la riforma ha distinto i percorsi di studio in due macrosettori, quello dei servizi e quello per industria e artigianato.

Il settore dei servizi si articola in 4 indirizzi:
- Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale;
- Servizi socio sanitari;
- Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera;

- Servizi commerciali.

Per il settore industria e artigianato sono previsti 2 indirizzi:
- Produzioni industriali e artigianali;
- Manutenzione ed assistenza tecnica

Anche i professionali sono articolati in due bienni più un quinto anno, sono stati potenziati i laboratori e i tirocini ed è stata superata la sovrapposizione con l'istruzione tecnica.
Visita le schede contenenti profili e piani di studio di licei, istituti tecnici e professionali così come previsti dai Regolamenti di riordino delle scuole superiori.

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta