Come nasce una tesina di successo

Cristina Montini
Di Cristina Montini

vincitori del concorso non abbandonare la tua tesina

Vi ricordate del Concorso "Non abbadonare la tua tesina"? I premi sono stati consegnati ai vincitori ed ecco le interviste di due dei ragazzi che si sono aggiudicati la vittoria!

* daesdemona ha partecipato con la tesina Giochi di ruolo
* Shogun ha partecipato con la tesina Pi greco

Ora tocca a te affrontare la maturità? Approfitta delle centinaia di Tesine già svolte su Skuola.net!
[strip]
Presentatevi alla community!
daesdemona: Mi chiamo Sonia Ruggeri, ho 19 anni e frequentavo la scuola scientifica superiore di Quartu Sant'Elena "G. Brotzu" con indirizzo informatico P.N.I.
Shogun: Ciao a tutti! Mi chiamo Marco Martinoli, nato e quasi sempre vissuto nel milanese. Dopo elementari e medie svolte nel mio paese, mi sono iscritto nel liceo scientifico bilingue di un paese attiguo, dove sono rimasto per il biennio. Il terzo anno, avendo vinto il concorso presso la Scuola Navale Militare "Francesco Morosini" mi sono trasferito a Venezia, dove ho fatto il triennio del liceo e dove ho passato l'esame di Stato con il 100. Ora come ora sono studente dell'Università degli Studi di Trento dove frequento il corso di laurea in Matematica.

Ricorda agli utenti di Skuola.net con quale tesina hai vinto e come è nata l’idea per la tua tesina?
daesdemona: Il titolo della mia tesina è "I Giochi di Ruolo". Mi è venuta in mente proprio perchè adoro questo tipo di gioco e ho preso come una sorta di sfida il fatto di riuscire a collegare passioni ludiche con la scuola.
Shogun: Ho vinto il concorso nella sezione tesine scientifiche con l'elaborato sul pi greco che mi è valso non poca fatica ma una immensa gratificazione in sede d'esame, siccome ero riuscito a trasmettere la mia passione per la matematica anche ai professori non competenti in questa materia che, nonostante l'evidente difficoltà di alcuni parti del mio scritto, sono riusciti ad apprezzare. Il soggetto del pi greco è stato scelto dopo tanti tentativi non andati a buon fine. Penso di aver cambiato una ventina di idee per la mia tesina, ciascuna accomunata dalla mia passione verso l'argomento che avevo intenzione di trattare. Sono passato dai rapporti tra "Star Wars" e la storia del ventesimo secolo al concetto di irrazionalità dalle tragedie greche a Nietzsche. Alla fine, però, ho deciso di abbandonami alle dimostrazioni matematiche sul pi greco per seguire e coronare la mia più grande passione che è anche alla base della mia scelta post-superiori. Inizialmente ho dovuto subire innumerevoli critiche di diversi professori che mi sconsigliavano di portare una tesina monotematica che fosse comprensibile nella sua interezza solo al professore di matematica. Io sono del parere che se avete il pallino per un argomento dovete disinteressarvi degli attacchi di chi non è d'accordo e fare tesoro semplicemente delle critiche costruttive. Alla fine, se sentite vostro l'argomento, non importa quante parole vi siete presi: il successo è garantito. Infatti, così è stato per me: un testo che per metà necessita di una discreta conoscenza matematica è stato apprezzato anche dai professori di arte, storia e latino che, pur non riuscendo a seguire i passaggi formali, si sono complimentati per uno stile un po' eccentrico, volutamente arrogante e che poco si addice alla stesura di una tesina liceale. La farò breve: se avete un'idea ed un modo per svilupparla al meglio, quella è la strada che vi eviterà tanti affanni sotto esame, perchè potrete essere sicuri del successo!

Hai sfruttato gli aiuti di Skuola.net durante la maturità?

daesdemona: Si, ho utilizzato Skuola.net per scaricare tesine fatte da altri studenti per avere un'idea di come organizzare la mia tesina e ho anche usato diversi appunti per il ripasso generale prima degli orali.
Shogun: Purtroppo ho scoperto il sito una volta che avevo già dato l'esame di maturità. Dico purtroppo perché, quando vi sono incappato sulla rete, ho trovato un sacco di spunti interessanti per le tesine da fare e, soprattutto, molti consigli utili su come affrontare questo maledetto esame di maturità. Non posso che consigliare a tutti di seguire i loro consigli, scusate il gioco di parole!

Cosa fai adesso: hai proseguito gli studi o lavori?
daesdemona: Adesso studio all'università di Cagliari nella facoltà di Lingue e Comunicazione.
Shogun: Come ho scritto nella presentazione, ho deciso di proseguire gli studi rivolti all'ambito scientifico. Ritengo che la matematica pura sia a dir poco affascinante e, a differenza di ciò che si pensa generalmente, non sia affatto campata per aria. Tra i banchi di scuola è lecito porsi la domanda "a cosa mi servirà saper risolvere le equazioni?!" perchè non si riesce a vedere il fine pratico ed immediato di ciò che si studia, a prescindere dalla materia. Io sono fermamente convinto che l'odio (lo chiamo così perchè penso che sia il sentimeno che molti provano nei confronti di questa disciplina!) per la matematica sia principalmente dovuto al fatto che non la si conosce. Toglietevi dalla testa che la matematica sia quella che si studia in qualsiasi scuola superiore! Come contenuti, approccio, grado di approfondimento non c'è minimamente paragone!

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta