Sciopero generale 17 marzo: si va a scuola oppure no?

Marcello G.
Di Marcello G.

sciopero scuola lezioni studenti assenze

Una nuova giornata di scioperi e manifestazioni sta per interessare il mondo delle scuola. Venerdì 17 marzo, infatti, studenti e docenti scendono in piazza.

Lezioni a rischio

Dal punto di vista degli studenti, il rischio principale sarà legato non solo agli spostamenti per andare a scuola ma soprattutto alle lezioni. Anche se non tutti aderiranno, i professori che vorranno, avranno il diritto di scioperare. In quei casi le lezioni programmate salterebbero, anche perché le norme prevedono che i lavoratori che scioperano non possano essere sostituiti da altri colleghi.

L'assenza non è giustificata

Le lezioni, quindi, in teoria si svolgono regolarmente, a meno che il prof non decida di unirsi alla protesta. Un ottimo motivo per non andare a scuola. Ma, attenzione, perché verrà considerata una normale assenza, obbligando gli studenti a portare una giustificazione al ritorno in classe. La logica vorrebbe che, essendo un fatto non dipendente dalla vostra volontà, sia questa la giustificazione. Ma, molto spesso, le scuole non considerano questo punto.

Solo la scuola può salvarvi

Neanche a dire che potete appellarvi al diritto di sciopero anche voi, perché gli studenti non sono lavoratori (gli unici a cui spetta l’esercizio di tale diritto). Siete, perciò, obbligati a rispettare l’obbligo di frequenza. A meno che la vostra scuola, di fronte a un’assenza massiccia di docenti, decida di esonerarvi dalle lezioni abbonandovi di fatto l’assenza: la comunicazione viene data, tuttavia, con apposita circolare.
Commenti
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata

Sei curioso di sapere di cosa parleremo mercoledì prossimo? Allora segui il nostro sito per saperlo!

31 maggio 2017 ore 16:30

Segui la diretta