Domani ancora sciopero: no alla riforma della scuola

Cristina Montini
Di Cristina Montini

sciopero scuola

Domani il mondo della scuola sarà di nuovo in piazza: in 14 città, per venerdì 15 ottobre, i Cobas hanno organizzato cortei e manifestazioni a cui parteciperanno docenti, Ata e studenti per protestare contro la riforma messa in atto dalla Gelmini. E poi anche il 16 e il 17: week end caldo, quindi, per scuola e università. La protesta è decollata.

BASTA CON LA SCUOLA-MISERIA - Stavolta sono i Cobas (Confederazione dei Comitati di Base) ha organizzare lo sciopero contro quella che definiscono “scuola-miseria” dichiarando: “Tremonti-Gelmini vogliono portare a termine il massacro della scuola con l'eliminazione di 140 mila posti di lavoro in tre anni e l'espulsione in massa di quei precari che per anni hanno sostenuto un'istituzione impoverita da tutti i governi degli ultimi venti anni”.

LE RICHIESTE - E quindi quali sono gli obiettivi della protesta? I manifestanti chiedono “la cancellazione dei tagli di orario, materie, organici e posti di lavoro, l'assunzione stabile dei precari, investimenti nell'istruzione ai livelli medi europei, il recupero integrale degli scatti di anzianità e dei contratti, la restituzione del diritto di assemblea”.

SCUOLA E LAVORO - Domani insegnanti, lavoratori Ata e studenti medi e universitari si affiancheranno agli operai delle fabbriche metalmeccaniche e chimiche e ai Lavoratori del Pubblico impiego, per difendere l'istruzione pubblica , considerata un cruciale bene comune. Ci saranno anche i Comitati e i Coordinamenti dei precari. Tutti insieme perché, come sostiene Rete della Conoscenza “Da mesi abbiamo intrapreso percorsi di condivisione delle lotte con i lavoratori, a difesa dei beni comuni, della dignità del lavoro e nel lavoro, dell'accesso ai saperi”; in sostanza, studiare, così come lavorare, sono due diritti e pertanto devono essere tutelati.

SI CONTINUA ANCHE IL 16 E IL 17 - Ma le manifestazioni studentesche proseguiranno anche dopo: sabato 16 ottobre gli studenti saranno al fianco dei lavoratori della Fiom e il 17 ottobre parteciperanno all’assemblea nazionale dei movimenti e delle lotte sociali indetta presso la Sapienza di Roma.

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta