Manifestazioni, il punto della protesta

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci

proteste studentesche, il punto della situazione

Non si ferma la protesta di studenti ed insegnanti contro i tagli alla scuola pubblica e contro il ddl 953 (ex Aprea) visto come una limitazione dei loro diritti. Oltre a scendere in piazza a gridare il loro dissenso, molti ragazzi hanno deciso di protestare su tutto il territorio nazionale anche in altri modi. Infatti, sono molti gli istituti occupati o comunque oggetto di autogestioni o cogestioni. Ecco il punto della situazione.

SABATO DI LOTTE – Il 17 Novembre scorso è stata la giornata per i diritti dello studente e proprio in questa occasione molti ragazzi, in diverse città italiane, hanno organizzato cortei, manifestazioni e flash mob proprio per ribadire il loro diritto allo studio. Infatti, secondo gli studenti, i continui tagli all’istruzione e, più di tutti, il ddl 953 (ex Aprea), causerebbero proprio una forte limitazione del loro diritto allo studio per il quale hanno manifestato anche lo scorso 14 Novembre, arrivando, in diverse città, anche a momenti di violenza e di tensione.

OCCUPAZIONI A ROMA E DINTORNI - Proprio la tensione delle manifestazione di mercoledì scorso è sfociata in occupazioni in diverse parti del Paese, specie a Roma e dintorni. Proprio nella capitale, gli studenti hanno occupato diverse scuole tra cui il Vivona, il Ruiz, il Cannizzaro, il Rossellini, l’Argan e il Giovanni da Vernazzano. Anche il liceo Avogadro questa notte è stato protagonista di un blitz da parte di alcuni studenti che, a volto coperto, sono entrati nella scuola occupandola. La situazione non è molto diversa a Latina e ad Ostia, dove i ragazzi hanno preso possesso di alcuni istituti come l’Enriques, l’Anco Marzio, il Labriola e il Faraday.

ROMA IN PROTESTA – Mentre le lotte che vedono protagonista il mondo della scuola continuano in tutta Italia, la capitale sembrerebbe proprio il fulcro della protesta. Infatti, proprio per oggi sono previsti ben altri due cortei in cui viene dato a studenti ed insegnanti l’opportunità per far sentire nuovamente la loro voce: il primo partirà da Tor Bella Monaca, il secondo da Piazza Cinecittà. Ecco gli appuntamenti previsti nel calendario romano:

ore 14: 30 – Appuntamento a Via Domenico Parasacchi per percorrere le strade del quartiere di Tor Bella Monaca per manifestare il proprio dissenso nei confronti del ddl 953 (ex Aprea);
ore 14: 30 – Si manifesta per il diritto allo studio partendo da Piazza Cinecittà per arrivare a Piazza Appio Claudio.

Qual è la situazione nella tua scuola e nella tua città? Rispondi al nostro sondaggio!

Serena Rosticci

Commenti
Skuola | TV
Amore e sessualità, quello che non sai sulla tua sicurezza

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta