Studenti: "Ascoltate il nostro disagio" (24631)

Cristina Montini
Di Cristina Montini

manifestazione studenti

Gli studenti oggi hanno promesso di stupire. Alla Questura di Roma non è arrivata nessuna richiesta ufficiale per l’autorizzazione di cortei di protesta, ma una lettera da parte degli studenti della Sapienza che annuncia iniziative a sorpresa e invita le forze dell’ordine a garantire loro il diritto a manifestare.

FOTO - Guarda cosa fanno gli studenti: segui le manifestazioni su Facebook

Riportiamo integralmente la lettera degli studenti e studentesse della Sapienza in mobilitazione

Oggetto: La nostra richiesta di autorizzazione

Con la presente gli studenti e le studentesse della Sapienza comunicano alle autorità che il giorno 22 dicembre sfileranno per le strade di Roma.

Apprezziamo davvero la vostra apertura al dialogo che in queste settimane si è manifestata ripetutamente e in vari modi: dalle centinaia di denunce per manifestazione non autorizzata, agli arresti immotivati, alla costruzione di una “zona rossa” permanente e in continua espansione.
Siamo molto lieti di tanta premura nel volerci proteggere, tenendoci lontani dai patetici teatrini e compravendite di parlamentari, che avvengono ormai come consuetudine dentro Montecitorio e Palazzo Madama.
Potete stare tranquilli: la politica istituzionale si è già allontanata dai noi e dal resto della società molto tempo fa. Sono proprio i nostri cortei e i nostri blocchi stradali ad aver riportato la politica vera nelle strade e nelle piazze, dall’università a tutta la città.
Per il movimento studentesco il corteo spontaneo è da anni la vera pratica con la quale far vivere e rendere visibile il diritto di manifestare, la voglia di partecipare e prendere parola sul nostro futuro.
Proprio per questo motivo il 22 lasceremo i palazzi del potere nella solitudine della loro miseria e andremo nella altre zone della città, per parlare con chi come noi è inascoltato da quelli stessi palazzi.
Vogliamo però interloquire con chi ha detto, in questi giorni, che bisogna ascoltare il nostro disagio, perciò domani una nostra delegazione porterà una lettera al Presidente Napolitano.
Vi inviamo questa richiesta di autorizzazione e vi chiediamo: siete disposti a garantire il diritto di manifestare?

[strip]
SIGILLI ALLE PRIVATE – Inoltre l’UdS ha annunciato blitz in oltre 100 scuole private a Milano, Firenze, Bologna, Cagliari, Napoli, Bari, Cosenza e altre città: le scuole saranno sigillate con nastro da cantiere per, dichiarano dall’UdS, “porre l'accento sul processo di privatizzazione messo in campo da governi di ogni schieramento negli ultimi 15 anni, per demarcare la qualità dell'istruzione pubblica rispetto ad un'idea di formazione di elite, finanziata con moneta sonante dal ministero all'ultima Finanziaria”

PROTESTE ANCHE DURANTE LE VACANZE - E se oggi la riforma venisse approvata, tutto questo sarà stato inutile? No. La Rete della Conoscenza sottolinea che l’approvazione di molti emendamenti al ddl Gelmini ha rappresentato una vittoria, seppur parziale, delle tante manifestazioni di dissenso degli studenti. E Tito Russo dell’UdS ha dichiarato: “Le vacanze non fermeranno la protesta, costruiremo azioni comunicative quanto più collettive possibili anche nei giorni clou delle festività natalizie, proprio per segnalare che le nostre mobilitazioni vanno oltre l'approvazione del singolo provvedimento e sono caratterizzate dal contrasto ad una condizione più generale di precarietà materiale ed esistenziale”

Per il momento queste sono le iniziative in programma per oggi 22 dicembre. Le altre… una sorpresa!

TORINO – Scuole e università si riprendono il primo Parlamento dell'Unità d'Italia. Palazzo Campana ore 10,30.

GENOVA - Piazza San Lorenzo ore 15, corteo presidio-itinerante sui temi della crisi economica e sociale che sta interessando le fasce più deboli della popolazione. Azioni simboliche di sensibilizzazione contro la gestione del Governo in materia di lavoro, formazione e welfare.

MILANO – Presidio itinerante che parte da Piazza Duomo in mattinata con lettura collettiva di alcuni articoli fondamentali della Costituzione Italiana, si prosegue poi con altre azioni comunicative in città dal titolo “Siamo tutt* inDASPOnibili”.

ROMA – Corteo Piazzale Aldo Moro ore 9,30

NAPOLI – Corteo Piazza del Gesù ore 14. L'Unione degli Studenti Napoli, collettivi delle scuole e movimento universitario si daranno appuntamento per un corteo che interesserà le vie nevralgiche della città: temi della mobilitazione oltre al ritiro del ddl-Gelmini anche la rivendicazione di un welfare che garantisca mobilità sociale e accesso alle conoscenze alle fasce più deboli. Non mancheranno le proteste anche rispetto alla gestione del problema rifiuti da parte delle istitituzioni.

AVELLINO – Corteo Piazza D'armi ore 11,15. Dopo le prime due ore di autogestione, le scuole in mobilitazione permamente di Avellino e provincia – fa sapere il coordinamento provinciale dell'Unione degli Studenti – si ritroveranno in corteo che bloccherà le vie del centro storico. Temi di rivendicazione oltre al ritiro dei provvedimenti della Gelmini, si porteranno in piazza i risultati del Progettto AltraRiforma, costruzione dal basso di sperimentazioni su didattica alternativa e partecipazione al piano di offerta formativa.

SALERNO – Presidio sotto la Provincia ore 11,00 , per il ritiro del ddl-Gelmini sull'università e contro l'attuazione del riordino dei cicli scolastici che stanno portando ad avere classi sovraffollate in tutte le scuole della città già minate da problemi di edilizia. Gli studenti di Link – Coordinamento Universitario e Unione degli Studenti Salerno denunceranno pubblicamente la frase shock pronunciata all'indomani dei fatti del 14 dicembre dal Presidente della Provincia Cirielli (PdL) secono il quale “sui manifestanti si sarebbe dovuto sparare”.

CAMPOBASSO – Flash mob in città sui temi caldi dell'autunno: ritiro del ddl università, blocco dei comitati tecnico-scientifici, previsti nel riordino dei cicli, contro il finanziamento di 400.000 euro da parte della Giunta Regionale a istituti a fondazione privata.

BARI – “Tutti sui tetti delle scuole” durante la mattinata – presidio universitario in via Sparano ore 9,00. “Vogliamo animare la protesta con azioni eclatanti che possano mettere al centro dell'agenda politica le nostre proposte”. “Siamo a 3 mesi di lotte e sotto le festività natalizie il Governo approva il ddl sull'università, minando violentemente il nostro futuro”.

FOGGIA – Flash mob itinerante con partenza dall'università e striscioni calati dalle scuole, presidio presso l'Isola Pedonale ore 17,00. “Temi di rivendicazione: diritto allo studio per tutte e tutti, blocco dell'attuazione della riforma scolastica, per la ripubblicizzazione dei beni comuni” fanno sapere da Link e UdS di Foggia, unite nella Rete della Conoscenza.

PALERMO – Teatro Massimo ore 16,00 - Studenti medi, universitari e lavoratori in lotta si muoveranno per le vie del centro cercando di sensibilizzare la cittadinanza sui temi della protesta anti-Gelmini che ha interessato tutte le scuole della città. Si uniranno al corteo delegazioni di studenti della provincia attorno a Termini Imerese e Bagheria.

CATANIA – Cortei spontanei dalle scuole e flash mob anti-Gelmini in giro per la città.

COSENZA - “Voi approvate il ddl, noi blocchiamo le scuole, ci riprendiamo il futuro” con questo slogan l'Unione degli Studenti Cosenza lancia per domattina, in contemporanea con azioni previste all'ateneo Unical, il blocco totale della didattica in quasi tutte le scuole della città. La protesta si allarga anche a scuole del territorio provinciale a Rossano, Corigliano e Castrovillari.

PADOVA - Alle 11.30 gli universitari si riuniranno a palazzo Liviano, sede della Facoltà di Lettere e filosofia. Da lì gli studenti andranno per le vie del centro storico consegnando pacchi regalo vuoti ai passanti, con lo slogan “Questa riforma è un pacco”

PISA - Alle 19 è prevista assemblea presso il rettorato occupato

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta