Assenze a scuola: chi fa sport è giustificato

Cristina Montini
Di Cristina Montini

assenze per chi fa sport agonistico

Si torna a parlare del limite di assenze consentite a scuola e delle possibili deroghe. Se si fa sport a livello agonistico si può anche fare qualche assenza in più, basta che la scuola sia d’accordo. Dopo una proposta della Di Centa, arriva l’ok del Ministero.

LIMITE 50 GIORNI, NON E' PER TUTTI - Si è parlato del limite dei 50 giorni di assenze per non essere bocciati, ma che forse sono di più, si calcolano sulle ore e non sui giorni, e poi le deroghe per malattia… insomma, capire quante assenze alla fine dei conti è possibile fare non è cosa da poco Poi l’on. Di Centa ha posto il problema dei ragazzi che praticano sport a livello agonistico e si è di nuovo tornati a parlare di numero massimo di assenze consentite. Vediamo ora di capirci qualcosa insieme.

COSA DICE IL REGOLAMENTO - Lo scorso settembre la Gelmini ha presentato le novità dell’anno scolastico 2010/2011 e tra queste l’introduzione, anche per le scuole superiori (fino a quel momento la regola valeva solo per le medie), del limite di assenze presente nel regolamento n. 122/2009 che dispone: “ai fini della validità dell’anno scolastico, compreso quello relativo all’ultimo anno di corso, per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato. Ribadiamo, quindi, che il calcolo delle assenze va fatto sull’orario e non sui giorni, e fa riferimento alla lunghezza dell’anno scolastico che è almeno di 200 giorni, ma potrebbe anche essere più lungo.

DEROGHE - E se ci sono dei problemi è possibile derogare? La risposta è sì, perché il citato regolamento continua così: “Le istituzioni scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali […] motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite. Tale deroga è prevista per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati”.

SPORTIVI GIUSTIFICATI - Ma oltre alle deroghe in caso di problemi di salute di cui abbiamo già parlato, l’on. Manuela Di Centa con una interrogazione parlamentare ha chiesto se deroghe potessero essere concesse anche per chi pratica sport a livello agonistico. La risposta del sottosegretario all’istruzione Viceconte ha precisato che “è consentito, comunque, derogare a tale limite a seguito di specifica delibera degli organi collegiali delle istituzioni scolastiche i quali possono stabilire se considerare giustificate le assenze effettuate dagli studenti che svolgono sport invernali a livello agonistico e, quindi, escluderle dal computo dei giorni di mancata frequenza, sempre che sussistano i presupposti per valutare gli apprendimenti conseguiti in tutte le discipline di studio”.

ED ORA SI ASPETTANO ALTRI CHIARIMENTI - Soddisfatta per tale risposta, la Di Centa ha però anche auspicato che il Ministero dell’istruzione emani una nota per rispondere ai tanti dubbi che ancora ci sono sul limite di assenze consentito.

Secondo voi in quali casi è giusto derogare al limite di 50 assenze?

Cristina Montini

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta