L’istituto agrario low cost: d’estate è un ostello

francesca_fortini
Di francesca_fortini

 l'istituto agrario low cost: d'estate diventa un ostello

9 mesi l’anno è una struttura scolastica e pubblica. Durante le vacanze di natale e nei mesi di luglio e agosto cambia faccia e si trasforma in ostello della gioventù. Stiamo parlando dell’istituto tecnico agrario statale Giuseppe Garibaldi sull’Ardeatina, a Roma. Come segnala la giornalista de Il Tempo Erica Dellapasqua, infatti, il convitto dell’istituto, che solitamente ospita gli studenti fuorisede con una retta annua di 3 mila euro, durante le pause dalle lezioni non resta inutilizzato.

IL CASO – D’inverno struttura statale, d’estate ostello gestito dalla cooperativa sociale “Crescere in armonia”, per non “sprecare” il patrimonio pubblico inutilizzato durante i mesi di stop delle lezioni. Stando alle parole della cooperativa, dunque, sarebbe stata stipulata una convenzione con l’istituto per utilizzare “nei mesi estivi e nei periodi di interruzione delle attività didattiche, l’edificio del convitto studentesco ubicato all’interno dell’Istituto, come Ostello della Gioventù, a sostegno del turismo studentesco e del turismo sociale, a fini mutualistici e non a scopo di lucro”.

VIA ALLE PRENOTAZIONI – E la giornalista Dellapasqua ha effettivamente provato a verificare la disponibilità: due notti per due persone, con colazione inclusa, 80 euro, con tanto di sollecito “bisogna affrettarsi a prenotare, perché è quasi tutto pieno”. Stessa cosa conferma il sito di prenotazioni online booking.com, sul quale la struttura è stata prontamente registrata: “dal 16 al 19 luglio, tre notti, ultima camera disponibile, costo 84 euro con colazione senza inclusione della tassa di soggiorno di 2 euro a notte”.

TURISMO LOW COST - “Come è ben noto nell’intero territorio della città di Roma non si individuano ostelli per la gioventù e per la pratica del turismo sociale. I giovani studenti e le fasce fragili della società che desiderano visitare, per turismo, motivi di studio, lavoro la città di Roma, sono costretti a rivolgersi al mercato alberghiero tradizionale, affrontando, spesso, costi eccessivi per queste categorie di utenti”. Questo, dunque, l’obiettivo alla base del progetto, come spiega il presidente della cooperativa. Stando a quanto verificato dalla giornalista de Il Tempo, comunque, prenotare una delle 36 stanze del convitto è in realtà permesso a chiunque voglia approfittare di prezzi così competitivi sul mercato del turismo romano.

Francesca Fortini

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta