Gita compie 100 anni, ma 3 su 5 non la fanno

la gita compie 100 anni, ma è in crisi

La gita compie un secolo. Anche il viaggio più amato dagli studenti compie gli anni raggiungendo oggi la veneranda età di un simpatico vecchietto con occhiali e bastone. E che, proprio come lui, è un po’ malandato. Infatti, nonostante l’amore dei ragazzi nei suoi confronti, sempre meno scuole effettuano la gita che, negli ultimi tempi, ha subito un calo del 70%, stando ai dati del Touring Club Italiano. Tendenza confermata anche da un'indagine condotta da Skuola.net ed in base alla quale più di 3 studenti su 5 quest'anno non hanno in programma di andare in gita. Il problema principale? I continui tagli alla scuola che, a quanto pare, l'hanno lasciata a secco.

Invia le foto delle tue gite a redazione@skuola.net: le più belle saranno pubblicate sulla nostra pagina Facebook!

NIENTE GITA PERCHÈ - Il 62,2% degli studenti ha raccontato a Skuola.net che quest'anno non partirà in gita. Per più della metà di loro, circa il 51%, il motivo è da ricercare nella mancanza dei fondi da destinare alle scuole, non sufficienti a coprire i costi di un viaggio d'istruzione. Ma se questo è il motivo principale, non è comunque il solo. Infatti, a volte gli studenti non partono perchè troppo scalmanati ed i loro insegnanti si rifiutano di accompagnarli. È così per circa il 28,7% dei ragazzi, mentre per il 19,6% di loro la colpa è da attribuire a genitori che non acconsentono a mandarli.

PARTO (IN AEREO), MA RESTO IN ITALIA - Dei fortunati che, al contrario, avranno la possibilità quest'anno di partire per il loro viaggio d'istruzione, circa 1 studente su 4 resterà in Italia. Di quelli che invece scelgono l'estero, le mete preferite restano sempre Londra, scelta dal 24,6%, Barcellona, dal 17,4% e Praga, prediletta da circa il 14% degli studenti. Berlino scende tra le preferenze: poco più del 5.8% la sceglie come meta della sua gita. il mezzo preferito con cui raggiungere le mete? L'aereo per il 52.9% dei ragazzi. Il meno amato è invece il traghetto, scelto solo nell’1,5% dei casi.

NON TUTTI PARTONO - Ma anche tra le classi che continueranno ad effettuare gite, non sono tutti a partire. Infatti, c'è sempre qualche studente che, per un motivo o per l'altro, si distingue dai compagni continuando a frequentare le lezioni. Anche se non sono molti. Circa il 35,8% degli studenti ha affermato che andrà in gita con tutta la sua classe e più del 28% ha affermato che partirà insieme ad un numero di compagni che va dai 15 ai 20. Solo il 14,9% ha dichiarato che nella sua classe partiranno dagli 8 ai 10 ragazzi, mentre per più del 20% dei casi lo faranno dai 10 ai 15 studenti.

SE QUEST’ANNO NON SI PARTE… - Oggi è il Touring Club a lanciare l’allarme: le gite stanno registrando un calo sempre più preoccupante da attribuire, per lo più, alla mancanza di fondi delle scuole. “Chiediamo al Governo misure concrete – ha dichiarato Fabrizio Galeotti, Direttore generale del Touring Club Italiano – che possano essere d’aiuto a scuole e famiglie per tutelare e valorizzare il viaggio di istruzione che sta affrontando una crisi profonda a causa, principalmente, dei forti tagli operati alla scuola. Bisogna agevolare le gite scolastiche motivando e incentivando i docenti, con la reintroduzione dell’indennità di missione e con lo sgravio di responsabilità. Invitiamo a conoscere prima di tutto l’Italia, per scoprire e conoscere il nostro patrimonio più prezioso”.

Gite scolastiche: 3 su 5 non partiranno
Aggiorna la pagina se non riesci a vedere l'immagine sottostante

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv va in vacanza!

Anche la Skuola Tv prende un momento di pausa, ma non preoccuparti in autunno torneremo a farti compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta