I giovani dicono: la vita non è un film...

Non stiamo parlando della celebre canzone degli Articolo 31, ma del pensiero dei ragazzi di Skuola.net. Vi ricordate? La scorsa settimana vi abbiamo proposto una discussione apparentemente molto impegnata! Ma siamo sicuro che nessuno di voi ha avuto danni celebrali permanenti, perciò osiamo riprendere la questione. Scherzi a parte, abbiamo parlato della problematica del Kanun, che in Albania costringe centinaia di ragazzi come voi a vivere segregati in casa per evitare di essere uccisi! E se pensiamo che quando i genitori non ci fanno uscire una sera, ci arrabbiamo come iene, comprendiamo quanto sia grande il problema! Illuminante come al solito, Supergaara, che dopo una approfondita ricerca sul tema, ci svela che in base al Kanun, le persone non possono avere relazioni sane e sincere con le altre, non possono stringere amicizie tra clan diversi, non possono divertirsi, scherzare, parlare, discutere, arrabbiarsi, gioire, rallegrarsi, rattristirsi, innamorarsi, litigare...insomma vivere assieme agli altri.
Ma come possono crescere i giovani in un ambiente di questo tipo?!

E Sciuz92 invece si chiede: E se non possono uscire dalla proprie case, come fanno a manifestare per difendere i propri diritti?

Infatti, serve qualcuno che lo faccia per loro! Per questo al Giffoni Film Festival di Tirana hanno annunciato che verrà realizzato un film di denuncia, il cui scopo è proprio quello di sensibilizzare l'opinione pubblica. Servirà? Beh intanto ha permesso a tutta la nostra numerosa community di scoprire questa realtà, altrimenti sconosciuta.

Mi ha colpito e condivido la riflessione di

Noel:
Ma io mi chiedo prima di tutto perché queste cose le sentiamo a singhiozzo?,perché non vengono dette anche nei telegiornali,nei rotocalchi, nelle interviste..,mentre vengono alla luce solo a FATICA? Eppure sono fatti importanti che se magari affrontati possono salvare queste persone, possono dargli una speranza. Sappiamo tutto di veline,calciatori e modelle,ma sappiamo poco e a volte niente di gente che soffre ingiustamente in silenzio.Eppure siamo in un mondo dove l'informazione è molto sviluppata, ma questa informazione il più delle volte,nn viene usata per scopi sensati e per aiutare chi ne ha veramente bisogno!
Speriamo almeno che questo film serva ad aprire gli occhi alla gente,che di fronte a problemi sociali di questo tipo sembra indifferente..

Eh sì, lo speriamo tutti. Perché come esseri umani non possiamo essere indifferenti nei confronti della sofferenza di altri esseri come noi! E non è che noi ci meritiamo quello che abbiamo, abbiamo avuto semplicemente la fortuna di nascere qui piuttosto che lì. Queste sono anche ottime occasioni per pensare alle nostre vite e cominciare ad essere contenti di tutto quello che abbiamo piuttosto che lamentarci per ciò che non abbiamo.



La discussione continua sul forum di Skuola.net

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta