Geografia: presto sparirà

Cristina Montini
Di Cristina Montini

In tempi di GPS, Google Maps e via dicendo, si sta perdendo sempre più l'esigenza di sapere la geografia e di orientarsi. Tanto c'è il navigatore... Così anche la scuola si adegua e taglia le ore di geografia. E' questa l'accusa rivolta al Ministro Mariastella "parafulmine" Gelmini: le ore di insegnamento della geografia alle superiori sono troppo poche e in alcuni indirizzi scompaiono proprio del tutto. E così l’Aigg, l’Associazione italiana insegnanti di geografia, lancia un appello per la difesa dell’insegnamento di questa materia nelle scuole.


LA GEOGRAFIA E' IN PERICOLO - Se già le ore riservate allo studio della geografia nelle scuole superiori erano poche, dopo l’approvazione definitiva della riforma Gelmini, questa materia finirà per scomparire del tutto negli istituti professionali e in alcuni indirizzi degli istituti tecnici, mentre, nei licei, pur sopravvivendo, la riduzione sarà drastica. Su questo punto Gino De Vecchis, docente, geografo e presidente dell'Aigg sottolinea in particolare il caso del liceo scientifico facendo notare che “nel primo biennio la geografia, a differenza degli altri licei, verrebbe associata alla storia con 99 ore, ossia tre ore settimanali complessive tra storia e geografia”. Troppo poco, quindi, per offrire una formazione sufficiente agli studenti.

AUMENTIAMO LE ORE FINCHÉ SIAMO IN TEMPO - E cosi, la proposta che viene fatta dall’associazione è una modifica alla riforma prima che questa venga approvata in via definitiva. In particolare, per il liceo scientifico si chiede il ripristino delle “66 ore destinate autonomamente alla geografia, tenendo presente che, diversamente da altre discipline di base, questa è del tutto assente nel triennio”. Richiesta questa, che si va ad aggiungere alle altre presenti nell’appello che è stato stilato e sottoposto alla firma nel sito internet della Società geografica italiana.

GEOGRAFIA NON SI TAGLIA! - Eppure di tagli ne sono stati fatti tanti, ma su questo non si ha intenzione di soprassedere e la motivazione indicata nell’appello è che, penalizzando in questo modo lo studio della geografia, si privano i ragazzi degli strumenti necessari per affrontare una società sempre più globalizzata e complessa come è la nostra. Le ore di geografia, infatti, non servono solo a conoscere dove si trova un determinato Paese o ad azzeccare la capitale di chissà quale Stato, bensì significa imparare a comprendere i fenomeni migratori e i cambiamenti geopolitici, significa capire l’importanza dello sviluppo sostenibile e comprendere le diversità culturali, in poche parole, significa avere le basi per imparare a capire il perché di molti fenomeni attuali e riuscire ad averne una propria opinione.


HAITI O TAHITI? QUESTO E' IL DILEMMA? - Preoccupazioni per il futuro, dunque, anche perché oggi non è che le nozioni di geografia diano ottimi risultati; ad accorgersene è proprio Daniela Pasquinelli, segretaria nazionale dell’Aigg che in autobus si è imbattuta in una discussione con alcuni studenti e ha scoperto che Haiti, l’isola caraibica di cui oggi si parla tanto per il terribile terremoto che l’ha recentemente devastata, veniva confusa con Tahiti, dal nome simile sì, ma che si trova nel Pacifico. Una confusione che si va ad aggiungere anche ad una scarsa conoscenza del nostro paese e che, nel complesso, si traduce in cittadini che non saranno in grado né di migliorare il loro futuro né, più semplicemente, di seguire e comprendere fino in fondo un telegiornale.

GEO-SKUOLA TEST - E se credete che si stia esagerando con questa storia dell’importanza della geografia allora non temerete di certo il “geo-skuola test”! Rispondete alle seguenti domande e fateci sapere quanto ne sapete del modo… eh no, senza sbirciare su atlanti o google maps!

1. Qual è la capitale dell’Afghanistan?
2. Dove si trovano le cascate del Niagara?
3. In quali regioni d’Italia scorre il fiume Reno?
4. A quale regione appartengono le isole Egadi?
5. L’Antartide si trova al polo sud o al polo nord?
6. Lo stretto di Gibilterra si trova tra la Francia e La Gran Bretagna o tra la Spagna e il Marocco?
7. Qual è il monte più alto del mondo?
8. Esiste la Cecoslovacchia? Dove di trova?
9. Qual è il capoluogo di provincia della Basilicata?
10. In quale oceano si trova la Nuova Zelanda?

Rispondete senza barare e attenti ai trabocchetti! E poi postate le vostre risposte qui sotto.

Cristina Montini

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta