Premiati "Gli angeli del fango" di Parma

francesca_fortini
Di francesca_fortini

 Genova: studenti in prima fila tra vanghe, fango e proteste

Gli studenti di Parma che il 13 ottobre sono scesi per le strade della città, colpita da un'alluvione, a spalare il fango sono stati premiati. I coraggiosi ragazzi che durante quelle giornate hanno contribuito allo sgombero e al ripristino del quartiere Montanara armati di pale e forza di volontà, ieri hanno ricevuto dal comune uno dei sei attestati di Civica Benemerenza del premio Sant'Ilario di quest'anno. Il premio è stato ritirato simbolicamente dalla Consulta degli studenti di Parma. Impossibile dimenticare il loro impegno e quello dei ragazzi di Genova, che parallelamente lavoravano per recuperare i tesori della loro città.

Ecco cosa accadeva durante quei giorni

GENOVA, 9 OTTOBRE IL GIORNO DELLA TRAGEDIA - La città viene sommersa da un’alluvione che rade al suolo interi quartieri causando morti e feriti. I primi a scendere in strada, quel 9 ottobre, armati di vanghe e galosce, immersi nel fango fino alle ginocchia sono stati gli studenti. Non si sono lasciati scoraggiare, gli studenti di Genova. E si sono immersi nel fango che ha spazzato via buona parte della città per dare il loro sostegno attivo ai propri concittadini. Dai bimbi delle elementari, che hanno commosso tutta l’Italia, passando per gli studenti delle scuole superiori e dell’università , tutti si sono riuniti nelle strade della città al grido di “Non c’è fango che tenga”. Come Marzia, che ha aiutato a portare a nuova luce il museo delle scienze naturali.

Caricamento in corso

E' proprio vero che l'unione fa la forza! E noi genovesi siamo tanto forti! Oggi come piccole,ma tantissime api operaie siamo riusciti a fare un miracolo!! A chi dice che siamo una gioventù bruciata,dico fatevi un giro per le strade di Genova in questi giorni e vi si aprirà il cuore. #Genova #AlluvioneGenova2014 #AngeliColFangoSulleMagliette #AngeliDelFango #NonCèFangoCheTenga #MuseoDelleScienzeNaturali #ForzaGenova #SeiLaPiuBella

Vedi su Instagram

O Ambrogio, che ha voluto ribadire “Non si molla”.

Caricamento in corso

#nonsimollaun**** #fango #grecochelavoraaiuto #genova❤️ #semprecaldi

Vedi su Instagram

E poi Valerio, in prima fila con i suoi compagni della Croce Bianca Cornigliano.

Caricamento in corso

#zena #volontari #angelidelfango #impegno #cuore #genova #nonc'èfangochetenga #giovani #crocebiancacornigliano

Vedi su Instagram

Gaia e le sue amiche, che ricordano l’importanza di “non smettere mai di sorridere, anche se tutto va male”.

Caricamento in corso

Non smettere mai di sorridere anche se tutto va male! ♥ GENOVA♥ #alluvione #2014 #genova #nobcefangochetenga #angelidelfango #angeli #solidarieta #a #piu #nonposso #giovani #unione ##lunionefalaforza #ragazzi #grazie #ditutto

Vedi su Instagram

TUTTI IN PIAZZA - “Gli studenti genovesi e tutta la cittadinanza saranno in piazza sabato 18 ottobre” - dichiara Alberto Campailla portavoce di Link Coordinamento Universitario - “per richiedere un assunzione di responsabilità da parte delle istituzioni e un immediato intervento sul territorio genovese per fare in modo che ogni 3 anni non ci si ritrovi nelle vie di Marassi, Molassana, Staglieno con una pala in mano per spalare il fango dell’alta velocità e per commemorare l’ennesima vittima della devastazione ambientale.”

LA PROPOSTA DEGLI STUDENTI - “destinare solamente 110 milioni per le opere di riqualificazione territoriale a fronte dei quasi 10 miliardi di euro sbloccati per le grandi opere è totalmente insufficiente oltreché scandaloso.” È il commento di Riccardo Laterza, portavoce nazionale di Rete degli Studenti, “Sarebbe necessario reinvestire i fondi per le grandi opere in opere che possano arginare le devastazioni prodotte in questi anni: pulizia dei letti dei fiumi, rifacimento degli argini e rimboschimento”.

Francesca Fortini

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv va in vacanza!

Anche la Skuola Tv prende un momento di pausa, ma non preoccuparti in autunno torneremo a farti compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta