Gelmini: sono davvero tutti contro?

Alex Menietti
Di Alex Menietti

Quante polemiche per il Ministro Gelmini! Migliaia di studenti sono scesi in piazza a manifestare, centinaia ogni giorno discutono di questa situazione su internet...gli unici che però non han avuto visibilità sono stati gli studenti che concordano, o quelli che pur non concordano non si ritrovano in queste contestazioni. Quegli studenti in silenzio che son rimasti attoniti di fronte a tante polemiche e a tanta politica entrata nella loro vita a causa di compagni o insegnanti. Per averne la dimostrazione basta fare un giro sul nostro forum, sul web o parlare di persona con loro. Non sono affatto pochi.

SCUOLE ELEMENTARI - Come si può pensare di portare la politica in scuole in cui ci sono bambini che dovrebbero solo pensare allo svago? Eppure in Italia accade anche questo. A settembre i maestri si sono presentati a scuola con il lutto al braccio (e spiegatene il motivo ai bambini). Ora, come se n'è parlato nei giorni scorsi sul nostro forum, sono pure stati dati volantini politici ai bambini. Incredibilmente assurdo.

SCUOLE MEDIE INFERIORI / SUPERIORI - Anche nell'importante passaggio dell'adolescenza, con la formazione educativa di quello che sarà il ragazzo, si è stati sottoposti a bombardamento mediatico-politico. Manifestazioni un po' troppo faziose, occupazioni che sballottano per forza di cose gli studenti nel mondo politico, insegnanti che parlano delle loro ideologie in classe: tutte cose che non dovrebbero accadere per rispetto di chi non è preparato sulla politica, o anche solo non le condivide. Sul forum di "Scolasticamente" un genitore racconta del disagio di sua figlia a scuola, dove l'insegnante parla del decreto in modo molto superficiale e facendo passare la sua idea per verità assoluta.

[newpage]

NON TUTTI SONO CONTRO - Spesso sono quelli che meno si fanno sentire, vuoi per non sentirsi contrari all'opinione della "grande massa" o per il loro carattere: sono numerosi, e su Skuola.net se ne possono notare diversi. Un intervento molto interessante è quello di Soccerboy: "Io so solo che ogni persona ha capito una riforma diversa perchè sente la "gente" e non ha letto il vero testo della riforma. Comunque io sono sostanzialmente favorevole". Sulla stessa linea una ragazza che ci scrive via mail: "Io non voglio protestare! Voglio le aule libere per fare lezione in un'aula, non all'aperto! Quando rivoterete tra 4 o 5 anni che sia...cambierete le cose, ma ora lasciateci studiare".

Non esprime invece le sue idee ma dà un importante segnale Diego89: "Non serve a niente manifestare, tanto ormai è decreto legge, è inutile. Quindi tanto vale la pena andare a scuola, non credete?". Una nonna di nome Lucia ci ha invece contattati via mail, dicendo: "Voglio protestare contro chi protesta spesso senza sapere come sono andate o vanno le cose! Sono una nonna sessantenne che si è vista imporre senza scelta il modulo de tre maestri e oggi addirittura 6 maestri in prima elementare a mio nipote e tre pomeriggi. E' stata un'esperienza traumatica: note tutti i giorni in prima elementare! Tuttio odiavamo la scuola e il bambino per primo. A fatica abbiamo trovato un'elementare pubblica che fa 30 ore (troppe) solo al mattino (dalle 8 alle 13): abbiamo dovuto cambiare classe e compagni. E' pesante ma meglio dei tre pomeriggi. Il bambino è cambiato in meglio, resta vivace ma è giustamente valorizzato".
CONSIGLI - Se non siete d'accordo con la riforma, avete tutti i diritti di manifestare e fare assemblee per discutere dei problemi. Cercate solo di evitare di portare a scuola la politica, perché come dice mademoiselle_valentina, la scuola "non è questione di destra o di sinistra". Provate a parlare con i vostri compagni, che siano favorevoli o contrari, senza pregiudizi sulla loro idea. Nei prossimi giorni intervisteremo per voi alcuni parlamentari per darvi un'idea ancora più chiara della situazione attuale.

Approfondimenti:

- Le dichiarazioni del giorno dopo
- La mappa delle proteste
- Le dichiarazioni di Berlusconi e Gelmini
- Editoriale Skuola.net 20 ottobre
- Sulla la legge sui tagli di spesa;
- Sul decreto in discussione al Senato;
- Le manifestazioni del 10 ottobre;
- Le manifestazioni del 17 ottobre.

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta