Alternanza scuola lavoro e scuola digitale con Ericsson@school

Annalisa.Cangemi
Di Annalisa.Cangemi

Alternanza scuola lavoro e scuola digitale con Ericsson@school

Un ponte che collega la scuola italiana con le imprese. Ancora una tappa è stata raggiunta nel percorso intrapreso dal Miur, quello dell’alternanza scuola-lavoro, che intende rafforzare le connessioni tra il mondo della scuola e quello delle aziende. Questa volta i protagonisti sono gli studenti dell’Istituto Superiore Leopoldo Pirelli, che ieri mattina hanno assistito al lancio e all’inaugurazione del progetto Ericsson@School. Rappresentanti della Ericsson, azienda leader nella fornitura di tecnologie e servizi per la comunicazione, hanno illustrato il programma di studio e apprendimento esperienziale pensato per la scuola.

Il progetto firmato Ericsson

Sono intervenuti Giovanni Di Fede, della Segreteria tecnica del Miur, e per l’azienda Ericsson Rossella Cardone, Direttrice innovazione e Responsabilità sociale d’impresa, e Alessandro Francolini, Vice Presidente Vendite.
“Il Protocollo siglato con Ericsson e la sua attuazione rappresentano un ulteriore passo avanti nella definizione di percorsi di qualità per l’alternanza scuola-lavoro, uno dei cardini della riforma”, ha commentato il Sottosegretario all’Istruzione Gabriele Toccafondi. I primi sessanta ragazzi avranno infatti la possibilità di svolgere un periodo di formazione su temi come il Project Management, la finanza, le tecnologie cloud, i big data, e nello stesso tempo potranno sviluppare competenze trasversali, le soft skills, imparando a lavorare in un team internazionale o a scrivere un curriculum vitae. Entro l’anno scolastico verranno ospitati in azienda 250 ragazzi, nelle diverse strutture di Ericsson in Italia. Il progetto Digital School si articola in tre punti principali. Oltre all’alternanza scuola-lavoro la Ericsson ha aperto infatti per la prima volta la Ericsson Academy, una piattaforma di e-learning che offre contenuti di approfondimento, competenze tecniche, legate al business e alla tecnologia. Si tratta di una sorta di “wikipedia”, finora accessibile soltanto ai dipendenti, da oggi a disposizione degli studenti coinvolti nel programma di training aziendale.

Superare il digital divide

Infine la Digital School è il terzo traguardo dell’accordo firmato tra il Ministero e l’azienda di Stoccolma: è stato installato nell’androne della scuola un totem, dotato di uno schermo touch e wifi che permetterà ai docenti, ai genitori e ai ragazzi di svolgere attività amministrative e di segreteria, come richiedere certificati o permessi, consultare l’orario delle lezioni, effettuare pagamenti relativi alle tasse scolastiche. Attività che fino a questo momento non era possibile svolgere online. Un modo per semplificare e velocizzare le relazioni tra la scuola e i suoi utenti, ma anche un modo per superare il così detto “digital divide”, il divario che separa chi ha accesso alle tecnologie da chi ne è escluso.

Una scuola più vicina al mondo del lavoro

Tutte queste attività sono realizzate grazie ai volontari, cioè i dipendenti e i ricercatori della Ericsson, che dal 2016 offrono gratuitamente il loro contributo per trasmettere agli studenti le proprie conoscenze. “I nostri lavoratori lo sentono come un dovere – ha detto Alessandro Francolini – “Dentro ogni studente c’è un’inclinazione. E noi dobbiamo far emergere quell’inclinazione. La competenza tecnica non è un valore assoluto. Contano di più la passione, la capacità di saper selezionare le informazioni giuste. Noi cerchiamo di trasferire nel ragazzo una mentalità lavorativa, gli insegniamo per esempio a cercare soluzioni alternative per affrontare un ostacolo”. “Il lavoro è cultura – ha detto poi Giovanni Di Fede del Miur – “Affermare che aprendo le scuole al mondo del lavoro si corrompe il modello classico della formazione è una critica fuori dal tempo. Basti pensare che al momento calcoliamo 652mila ragazzi in alternanza. Alla fine di quest’anno saranno un milione e 150mila i ragazzi che avranno fatto un’esperienza di alternanza scuola-lavoro”.

Servizio e articolo a cura di Annalisa Cangemi

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv va in vacanza!

Anche la Skuola Tv prende un momento di pausa, ma non preoccuparti in autunno torneremo a farti compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta