Cyberbullismo: crociata contro la violenza in rete

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone

Allarme cyberbullismo

Il cyberbullismo continua a fare le sue vittime, ma fin troppo spesso i ragazzi vengono lasciati soli. E' ciò che emerge da uno studio di Skuola.net sulla vita in rete degli adolescenti, e lo confermano i recenti terribili fatti di cronaca. Per questo Generazioni Connesse, Safer Internet Center italiano coordinato dal Miur che coinvolge le maggiori realtà del digitale, della comunicazione e della difesa dei diritti del'infanzia, conferma il suo impegno con nuove iniziative di contrasto alla violenza in rete. Tra le attività anche la nuova edizione di "Una Vita da Social", campagna itinerante della Polizia di Stato per il corretto uso di internet.

Scopri l'intervista ai Dear Jack durante la scorsa edizione di Una Vita da Social

LA CROCIATA CONTRO IL CYBERBULLSIMO - Durante la Cerimonia di apertura dell'anno scolastico del 28 settembre a Ponticelli (Napoli) il Safer Internet Center, arrivato al 3° anno di attività, presenta le sue nuove iniziative per la sicurezza in rete. Tra i top player Telefono Azzurro, Save The Children, Skuola.net, Polizia di Stato. Da questa edizione entrerà poi in azione una advisory board nazionale sul tema, voluta dalla Commissione Europea, di cui faranno parte Facebook e i maggiori social network, Sky e le maggiori aziende del digitale e ICT. Una vera task force che per la prima volta riunisce un così grande numero di istituzioni, associazioni e imprese contro la violenza in rete.

UNA VITA DA SOCIAL - All'interno delle attività di Generazioni Connesse anche la nuova edizione dell'iniziativa della Polizia di Stato "Una Vita da Social". La campagna toccherà le principali piazze italiane incontrando i giovani (e i meno giovani) in 40 tappe su tutto il territorio, di cui la prima coincide proprio con la Cerimonia di inizio del nuovo anno scolastico. All'interno del truck multimediale studenti, genitori e insegnanti potranno dialogare e contribuire ad un approccio al web più sicuro.

IL CYBERBULLISMO UCCIDE - Ciò che si è fatto fino ad adesso non basta. Andrea, giovane di 26 anni che si è tolto la vita a Vercelli, è solo uno degli ultimi esempi. Non può non far riflettere poi il suicidio di Aleandro, sedicenne siciliano, le cui motivazioni sono ancora oscure, avvenuto pochi giorni fa nell'agrigentino. Guardando indietro solo di pochi anni, il pensiero va Carolina, indifesa vittima di un brutto "scherzo" su Facebook. Come emerge da una recente indagine di Skuola.net, ben 2 studenti su 3 affermano di aver imparato ad usare le nuove tecnologie, tra cui i social network, senza il supporto di un insegnante. Addirittura il 58% dichiara che l'argomento cyberbullismo non sia mai stato neanche lontanamente toccato a scuola. Eppure, secondo un altro nostro studio, 2 su 3 sono per lo meno preoccupati per l'aumento di questi fatti, e 4 su 5 accoglierebbero con favore incontri con esperti sull'uso dei social.

LA RISCOSSA CONTRO IL CYBERBULLISMO - Da quest'anno quindi si riparte, e con più grinta. Nelle prossime settimane inizierà la campagna di comunicazione multimediale di Generazioni Connesse, con il lancio del primo spot. Si faranno conoscere, attraverso cartoons e sette personaggi "super eroi", quegli errori che a volte si commettono in rete. Sul sito rinnovato del Safer Internet Center (www.generazioniconnesse.it), poi, gli alunni, insegnanti e genitori potranno seguire tutte le iniziative. Per trovare aiuto in caso di pericolo, Telefono Azzurro attiva la helpline – piattaforma costituita dalla linea gratuita 1.96.96 e la chat (www.azzurro.it/chat), attive h24. Le due hotline www.stop-it.it di Save the Children e ”Clicca e segnala” di Telefono azzurro, direttamente collegati alla Polizia Postale, serviranno invece per segnalare contenuti illegali sul web. Infine, su Skuola.net un intero canale sarà dedicato alla prevenzione e al supporto delle vittime di cyberbullismo.

CONTRO IL CYBERBULLISMO A SCUOLA - Con La Buona Scuola arriveranno poi nuove risorse alle scuole per attività contro la violenza in rete. Dal nuovo anno, si potenzieranno quindi le iniziative per una vita sul web più sicura. Saranno organizzati Osservatori Regionali sul bullismo e Centri Territoriali di Supporto (CTS), con il ruolo di supportare le scuole e organizzare percorsi di sensibilizzazione e formazione per insegnanti, studenti e famiglie. Circa 1 milione di euro sarà poi fornito alle scuole per sostenere i progetti sulla prevenzione e il contrasto del bullismo e del cyberbullismo, tramite apposito bando di concorso. Grazie poi all'iniziativa “SCELGO IO!®”, gli studenti saranno chiamati a lavorare insieme e dare sfogo alla creatività, raccontando il proprio rapporto con il web attraverso la storie, pagine di diario, performance e rappresentazioni artistiche, anche multimediali.


Carla Ardizzone

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta