Compiti per le vacanze, 3 su 5 non li hanno finiti

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone

Compiti per le vacanze, quasi 3 su 5 non li hanno finiti

Dopo quasi una settimana di scuola, tiriamo le somme sui famigerati compiti delle vacanze che hanno tenuto occupati i nostri studenti durante i mesi estivi. Non troppo occupati, in realtà: il meritato riposo è sacro e pochissimi hanno preso sul serio le parole dei prof quando, gli ultimi giorni di scuola, hanno raccomandato ai propri alunni di studiare per settembre. Così, secondo l’indagine di Skuola.net, 3 ragazzi su 5 ammettono di non aver finito tutti i compiti delle vacanze. Addirittura, il 45% circa complessivo si è fermato a metà o meno, oppure non li ha fatti proprio. Tuttavia, questo non è stato un grande problema per il rientro a scuola dei ragazzi, perché la maggioranza dei professori non ha ancora chiesto di controllare i quaderni. Tra i 2.600 intervistati, c’è stato anche chi ha spudoratamente copiato e il suo mezzo preferito è stato internet. Ecco cosa è emerso.

NON E’ UNA STAGIONE PER COMPITI – Sembrano pensare proprio questo i ragazzi delle nostre scuole che confessano di non aver finito i compiti delle vacanze estive. Solo 1 su 3 circa, particolarmente virtuoso, dice di averli completati dal primo all’ultimo: tutti gli altri non sono arrivati al grande traguardo. Sono degni di lode, comunque, quelli che almeno ci hanno provato: 1 su 4 si è fermato circa al 75% dei compiti, poco più del 7% ne ha fatti la metà. Il sole e il mare non hanno aiutato la concentrazione di 1 ragazzo su 10, che ammette di averne completato solo una piccola parte, mentre quasi il 28% non ha aperto libro.

"TANTO NESSUNO CONTROLLA" - Contribuisce a questo atteggiamento rilassato il luogo comune che i professori, in genere, non controllano i compiti delle vacanze. Tuttavia, la ricerca di Skuola.net ha messo in luce come, a volte, i luoghi comuni hanno un certo riscontro sulla realtà. Solo 1 su 5 dice che i suoi professori hanno corretto i compiti delle vacanze, mentre altri 2 su 5 sostengono che i loro insegnanti non lo hanno ancora fatto, ma che si sono impegnati a recuperare presto. Per 1 ragazzo su 3, invece, non c’è alcun rischio: i compiti delle vacanze sembrano essere stati dimenticati.

ITALIANO E MATEMATICA, CHE INCUBO – Tra le materie scolastiche, quelle che più delle altre hanno turbato le giornate d’estate degli studenti sono state Italiano e Matematica. E’ stato infatti l’insegnante di italiano a caricare maggiormente di compiti il 44% degli intervistati, quello di matematica il 38% circa. Tanti compiti ancora per le lingue straniere e le lingue classiche, troppi rispettivamente per il 24% e il 23% dei ragazzi.

CARO AMICO…AIUTO! – Tra chi ha fatto i compiti, c’è chi si è fatto aiutare. Quasi la metà ammette di non aver fatto tutto da solo: 1 su 4 ha studiato insieme ai compagni di classe, circa 1 su 6 ha cercato materiale su internet e solo il 7% ha chiesto aiuto ai propri genitori.

ESERCIZI DI COPIATURA - I compiti delle vacanze servono ad esercitarsi durante i mesi in cui la scuola è chiusa, ma molti ragazzi li usano per fare…esercizio di copiatura. Infatti ben 1 su 3 dichiara apertamente di aver copiato e se circa la metà di questi furbetti ha usato internet, 2 su 5 hanno preferito il classico metodo di copiare dai compagni di classe. Circa l’8% ha usato, invece, i libri di testo.

Carla Ardizzone

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta