Aumentano i bocciati? C'è un errore, i conti non tornano

Cristina Montini
Di Cristina Montini

calcoli

Vi ricordate che il Ministero dell’istruzione ha sempre sottolineato quanto funzionasse la linea del rigore adottata con le recenti riforme della scuola? (Aumento bocciati del 2009, aumento bocciati del 2010) Ebbene, i giornali sembrano smentire tutto: il numero dei bocciati non è vero che è aumentato negli ultimi anni, è diminuito! Per capirne di più abbiamo intervistato Salvo Intravaia, giornalista della Repubblica che ha pubblicato proprio oggi un articolo su questa vicenda.

L’intervista in pillole:

MA QUALE AUMENTO DEI BOCCIATI?! - Bocciati in calo dal 2008. Questo è quanto sembra emergere dai dati finora a disposizione e riguardanti gli scrutini finali delle ultime quattro classi delle superiori. Salvo Intravaia ci racconta di aver preso in considerazione gli ultimi comunicati stampa del Ministero su questo tema – visto che dal 2008 il Miur non ha più pubblicato documenti completi contenenti questi dati, a differenza di quanto accadeva in precedenza – e altre “soffiate”.

PIÙ BOCCIATI NON SIGNIFICA PIÙ QUALITÀ - Alla domanda se anche prima della Gelmini il numero di bocciati fosse in calo, il giornalista risponde di non volerne fare una “battaglia ideologica”, ma sottolinea che “più bocciati una scuola riesce a sfornare, peggio funziona”. “Non ne farei una medaglia del numero di bocciati – sottolinea - piuttosto una sconfitta”.

AVRAN FATTO MALE I CALCOLI? - E quando gli abbiamo chiesto se questa “scoperta”, secondo lui, potesse essere spiegata sulla base di un diverso modo di interpretare i dati o se, al contrario, si potesse parlare di reali errori commessi o, ancora, di un preciso obiettivo del Ministero di voler far passere un certo tipo di messaggio, Intravaia ha risposto: “lascio agli ascoltatori la deduzione di questo”, ma poi ha aggiunto: “Degli errori ci sono e li abbiamo anche sottolineati, e c’è anche la volontà di dare dei dati molto parziali…”.

Ascolta l’intervista completa.

cosa ne pensi?

Aggiornamento 5 ottobre 2011
E proprio in risposta a questa vicenda, il Miur ha diramato una nota in cui afferma i dati sul numero degli studenti bocciati nel 2010-11 saranno trasmessi all'Istat nel 2012, in base alla normativa vigente. Ma nulla dice in merito ad una loro pubblicazione da parte del Miur.

Cristina Montini

Commenti
Skuola | TV
Amore e sessualità, quello che non sai sulla tua sicurezza

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta