Trasmissione nervosa

Nel corpo umano vi è un perfetto impianto telegrafico in cui si distinguono due parti principali: la centrale e i fili conduttori. La centrale è rappresentata dall’encefalo (cervello, cervelletto e bulbo rachidiano) e dal midollo spinale; i fili conduttori sono rappresentati dai nervi. Tutto l’insieme forma il sistema nervoso che controlla e dirige gli organi e le funzioni del corpo. Da esso dipendono i movimenti, la sensibilità, l’intelligenza e la volontà.
Pensa che cosa succederebbe se non avessi il sistema nervoso: non vedresti il mondo che ti circonda; non avvertiresti i rumori, gli odori, i sapori, il freddo, il caldo; non potresti muoverti, nutrirti, respirare; insomma non potresti vivere. Il sistema nervoso è quindi indispensabile per il funzionamento del corpo.
La corrente nervosa si trasmette per mezzo delle cellule nervose, dette neuroni, cellule che non si ricambiano mai. I neuroni sono localizzati nell’encefalo e nel midollo spinale, ma hanno dei lunghi prolungamenti (neuriti) che raggiungono tutte le parti del corpo.

Per capire come reagisce il sistema nervoso, supponi di pungerti inavvertitamente la mano con una spina.
- Lo stimolo doloroso è trasmesso dai prolungamenti nervosi al midollo spinale.
- I neuroni del midollo spinale comunicano al cervello lo stimolo (che diviene sensazione) e contemporaneamente danno ai muscoli del braccio l’ordine di ritirare la mano. (= atto riflesso).
- Il cervello, ricevuta la sensazione, reagisce mediante altri neuroni, facendo, per esempio, pronunciare parole di lamento, grida di aiuto, ecc. (= atto volontario). L’atto riflesso è involontario perché non dipende dal cervello, mentre l’atto volontario è controllato dal cervello.

Registrati via email