Erectus 1122 punti

Atomi e Molecole

L’interno dell’atomo è essenzialmente vuoto, perché quasi tutta la materia che lo costituisce è concentrata nel suo centro, il nucleo. Il nucleo è composto da protoni e neutroni, particelle che hanno uguale massa. Attorno al nucleo si muovono altre particelle, gli elettroni. La massa di un elettrone è circa 1800 volte più piccola di quella di un protone o di un neutrone. Protoni ed elettroni possiedono una carica elettrica: i protoni hanno carica elettrica positiva, gli elettroni negativa, e i neutroni sono elettricamente neutri, cioè non hanno carica. Il nucleo ha carica positiva. Gli elettroni ruotano intorno al nucleo, ciò che li tiene legati al nucleo è la loro carica negativa, infatti cariche di segno opposto ( + e -) si attraggono, mentre cariche di segno uguale ( + e +, - e -) si respingono.Tutti gli atomi sono composti da: protoni, neutroni ed elettroni. Ciò che distingue gli atomi di diversi elementi è il numero di protoni contenuti nel loro nucleo. Tale numero è detto numero atomico. Il nucleo dell’atomo di idrogeno è costituito da un solo protone, quindi il suo numero atomico è 1. l’atomo di oro, invece, ha un nucleo con 79 protoni e perciò il suo numero atomico è 79. Il numero dei protoni è sempre uguale al numero degli elettroni, in modo tale

che l’atomo risulti neutro. Il numero dei neutroni dell’atomo di un elemento può cambiare, dando origine a diverse “ varietà” di quello stesso elemento. I tre tipi di atomo di carbonio sono detti isotopi del carbonio. La somma del numero di protoni e di neutroni presenti in un atomo è detta
numero di massa. Gli isotopi di uno stesso elemento hanno uguale numero atomico ma diverso
numero di massa

CARBONIO 12: Protoni: 6, neutroni 6, elettroni 6, num. di massa 12 e num
atomico6
CARBONIO 13: protoni 6, neutroni 7, elettroni 6, num di massa 13 e num.
atomico 6
CARBONIO 14: protoni 6, neutroni 8, elettroni 6, num. di massa 14 e num
atomico 6

Poiché il numero atomico permette di distinguere gli atomi dei diversi elementi, possiamo utilizzare la tavola periodica degli elementi per classificare tutti gli elementi noti. In essa sono inseriti i simboli degli elementi chimici, ordinati per righe al crescere del loro numero atomico. I simboli degli elementi sono internazionali: in tutto il mondo l’oro si indica con au, l’ossigeno con o e così via. Nelle caselle sono riportati il nome per esteso dell’elemento, il suo numero atomico e la massa atomica. I colori delle caselle, indicano alcune proprietà fisiche dell’elemento. Gli elementi riportati nella tavola sono 111, di questi in natura ne sono presenti solo 92, i rimanenti sono prodotti artificialmente dall’uomo. Le righe della tavola vengono chiamate periodi e le colonne vengono chiamate gruppi. I gruppi hanno una grande importanza, perché gli elementi che si trovano in uno stesso gruppo hanno proprietà chimiche simili. La tavola periodica ci permette di capire se un elemento è un metallo oppure no: a sinistra troviamo gli elementi che hanno una proprietà metalliche (caselle di colore giallo); scorrendo i periodi da sinistra verso destra gli elementi

presentano proprietà sempre meno metalliche (caratteristiche intermedie: caselle colore azzurro; non metalli; caselle colore viola).

Registrati via email