VIP 2446 punti

LA RABBIA


La rabbia,pericolosa malattia infettiva trasmessa tramite vettori ,può colpire l’uomo e gli altri vertebrati omeotermi. L’agente responsabile della rabbia è un virus,che si ritrova sia nel sistema nervoso sia nella saliva degli animali indetti,ed è infatti proprio attraverso il morso che il virus si trasmette. La rabbia è una gravissima malattia che può portare l’uomo alla morte dopo molte sofferenze.
Gli animali più frequentemente infettati dal virus della rabbia,sono i cani,le volpi,i gatti,il bestiame ovino e bovino,i pipistrelli. Oggi però i principali vettori per l’uomo non sembrano più i tradizionali cani,ma le volpi,che infettate da virus,perdono il loro tipico senso di paura nei confronti dell’uomo e si avvicinano così all’abitato,ai pollai,alle stalle,trasmettendo facilmente il virus ad altri animali in contatto con l’uomo. In tal modo la rabbia si va rapidamente diffondendo e il numero di casi registrati nell’uomo in continuo aumento.
Non si conoscono farmaci per curare questa gravissima malattia. Il primo successo nella lotta contro la rabbia fu quello di Pasteur che nel 1885 sperimentò un efficace vaccino,ottenuto dal virus rabbico estratto dal sistema nervoso di un animale infetto e successivamente inattivato. Oggi i vaccini a disposizione sono meno dolorosi e più sicuri di quello sperimentato da Pasteur, che dava a volte reazioni indesiderate. Un’altra possibilità è quella di eliminare un gran numero di volpi,ma un tentativo fatto dai francesi si è rilevato inefficace; le volpi infatti trovando nuove aree di territorio libere,hanno continuato a convergere nelle zone da altre aree più affollate e con minori disponibilità di cibo . Oggi molte vie vengono tentate contemporaneamente,compresa la sperimentazione di vaccinazione delle volpi,tramite esche contenenti capsule di vaccino.
Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email