sery98 di sery98
Eliminato 428 punti

Le leggi del moto

La prima legge del moto, o principio di inerzia, afferma che un corpo tende a mantenere il suo stato di quiete o di moto rettilineo uniforme finché non interviene una forza a modificare tale stato. In realtà quando il corpo si muove su una superficie o in un fluido, su di esso agisce una forza, chiamata attrito, che si oppone al suo movimento. Per questo esso non mantiene indefinitamente il suo stato di moto, ma dopo un po' si ferma. La seconda legge del moto, o la legge fondamentale della dinamica, afferma che una forza applicata a un corpo libero di muoversi provoca un'accelerazione direttamente proporzionale all'intensità della forza stessa e inversamente proporzionale alla sua massa. La terza legge del moto, o principio di azione e reazione, afferma che ogni volta che un corpo esercita una forza su un altro corpo, il secondo corpo esercita sul primo una forza di uguale intensità e direzione ma di verso opposto, cioè a ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria. Perché un corpo in movimento descriva una traiettoria curvilinea, sul corpo stesso deve agire una forza capace di modificare la direzione del moto: questa forza è la forza centripeta, che attrae il corpo verso il centro di rotazione. La forza centrifuga è quella forza che tende a far allontanare un corpo in moto circolare dal centro della sua traiettoria. Il movimento dei fluidi è difficile da descrivere, perché la velocità con cui si muovono non è la stessa in ogni punto.

Dalla velocità media del fluido in un tubo dipende la portata di quel tubo, che indica quanti metri cubi del fluido attraversano una sezione del tubo nell'unità di tempo.

Registrati via email