Meccanica e le sue parti

La Fisica studia i fenomeni fisici, ossia quei fenomeni che non producono mutazioni nella sostanza dei corpi. Il campo che la Fisica abbraccia è molto vasto e le nuove scoperte, i continui studi e approfondimenti, tendono ad ampliarlo sempre più. Per questa ragione torna utile raggruppare fra loro quei fenomeni che presentano caratteristiche comuni e suddividere lo studio di questa scienza in varie parti che prendono il nome dall’argomento che in esse viene trattato. Così, per esempio, la meccanica studia il moto dei corpi, l’acustica studia i fenomeni sonori, ecc.
La meccanica (studio del movimento e delle cause che lo producono), ad esempio, comprende tre parti: statica, cinematica, dinamica.
La statica studia le condizioni di quiete dei corpi soggetti a forze.
La cinematica studia il moto dei corpi nella sua essenza, cioè senza preoccuparsi delle cause che lo producono.

La dinamica studia il movimento in relazione alle cause (forze) che lo producono.
La statica studia i corpi in quiete, cioè quando sono fermi gli uni rispetto agli altri. Affinché ciò avvenga, è necessario che le forze, alle quali un corpo è sottoposto, si facciano equilibrio. Quindi, più correttamente, si può dire che la statica considera l’equilibrio dei corpi.
Poiché forza è qualsiasi causa capace di produrre deformazione o movimento nei corpi, risulta chiaro che gli effetti prodotti da una forza sui corpi sono: deformazione e movimento.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email