Ominide 8039 punti

Il maiale

Il maiale o porco domestico lo puoi facilmente osservare visitando qualche fattoria. E' un animale che discende dal cinghiale, specie selvatica originaria dell'Asia. (In Italia il cinghiale è divenuto piuttosto raro; vive protetto nel Parco Nazionale del Circeo). L'uomo, addomesticando il cinghiale, lo ha trasformato in una macchina che fabbrica carne e grasso. Il maiale infatti conduce la sua vita unicamente mangiando, sonnecchiando e ingrassando. Può raggiungere il peso di 3-4 quintali.
Osserva il corpo tozzo, cilindrico, ricoperto di pelle dura, chiamata cotenna, sulla quale vi sono peli rigidi, denominati setole. Sotto la pelle il maiale ha uno spesso strato di grasso, il lardo. La testa ha forma conica e termina con un grugno o grifo, che serve all'animale per frugare nel terreno. Le narici sono umide e rivelano un olfatto finissimo. L'occhio privo di espressione. L'orecchio è ampio. La bocca è armata di forti denti atti a strappare le radici e a triturare le ghiande. La dentatura è completa. Le zampe, piuttosto corte, poggiano al suolo con due dita (caratteristica già riscontrata nei bovini).

Il maiale è onnivoro: si nutre di rifiuti della cucina, di ghiande, radici, tuberi, cereali, crusca, vermi, larve di insetti, scarti di carne, latte, ecc., tutto trasformando in carne e in lardo. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, il maiale ama la pulizia: fa volentieri il bagno, si lascia lavare e spazzolare da chi ne ha cura.
I piccoli, in numero medio di 8-10 per nidiata, alla nascita pesano circa un chilogrammo; hanno gli occhi aperti e sono vivaci. Vengono amorevolmente allattati dalla madre per circa due mesi e poi sono alimentati dall'uomo con miscele di mangimi razionalmente preparate.
L'allevamento del maiale ha grande importanza economica. Di questo animale vengono praticamente utilizzate tutte le parti, specialmente la carne sotto forma di prosciutto, spalla, costolette, ecc. La consistenza del patrimonio suino italiano è di circa 4.500.000 capi. Le principali razze suine italiane sono: la parmigiana, romagnola, cinta senese, cappuccia, perugina,maremmana, casertana, siciliana, sarda. Oltre al cinghiale, si possono ritenere suini selvatici anche il facocero dell'Abissinia e il babirussa dell'Asia.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email