Habilis 7403 punti

La lince e il gatto selvatico

La lince vive, solitaria o in coppia, nelle foreste più folte, ed è certo la deforestazione avvenuta a ritmo impressionante in Italia nell'ultimo secolo la causa principale della sua progressiva scomparsa. Una causa collaterale, che del resto è strettamente dipendente anch'essa dalla deforestazione, è data dall'estrema rarefazione di molti animali erbivori che costituiscono la preda del grosso felino, capace di impadronirsi di grossa selvaggina all'agguato piuttosto che inseguendolo, e talvolta pericoloso persino per l'uomo, soprattutto se ferito, irritato oppure affamato. In un trattato del 1862 lo storico Dorotea fornisce sulla lince alcune notizie molto interessanti, che val la pena di riportare. <La fiera dall'acutissima vista, che rimase perciò proverbiale, dagli artigli retrattili come ogni animale del genere a cui appartiene, dalla pelle folta di pelame e, dai pennelli alle estremità delle orecchie, la lince cioè, altrimenti lupo cerviero, altra volta comune nell'antico continente, rimane ora nella parte meridionale di Europa, nei Pirenei e negli Appennini dell'Abruzzo. Il nome di lupo dalla sua voracità ed istinto di distruzione>. E' auspicabile che siano esatte le voci, finora non ben controllate, di una ricomparsa, sia pure in pochi esemplari, del prezioso felino nell'Alto Friuli e in particolare nel Tarvisiano, dove si introdurrebbe provenendo dalle montagne iugoslave.

Il gatto selvatico è il più perfetto esempio di un animale capace di sfuggire completamente all'attenzione dell'uomo per la sua straordinaria circospezione e per le abitudini prevalentemente notturne. Vive nelle foreste impenetrabili, si nasconde nelle forre e nelle località rocciose rivestite di boscaglia, nelle cavità dei vecchi alberi o presso i corsi d'acqua, cibandosi di uccelli e di piccoli mammiferi. Nonostante la mole ridotta riesce, in caso di necessità, ad aggredire anche lepri e piccoli di caprioli, daini e camosci. Il vero gatto selvatico, caratteristico soprattutto per l'estrema robustezza del corpo e la cosa molto lanosa e ingrossata all'apice, striata da grandi anelli trasversali, è un felino che vive di preferenza fedele al proprio territorio prescelto nei luoghi più impervi, inaccessibili e lontani dall'uomo, e proprio per questo non ha motivo di essere combattuto e perseguitato.

Registrati via email