Ominide 8039 punti

La lepre e lo scoiattolo

E' diffusa in tutta l'Europa, esclusa la Scandinavia. Ha il corpo più slanciato di quello del coniglio. Può raggiungere il peso di 6-8 chilogrammi. Il suo mantello ha una colorazione fulva-grigiastra nelle parti superiori, bianca nelle parti inferiori. I suoi occhi sono vivaci ,di colore fulvo. Gli orecchi sono più lunghi di quelli del coniglio. Gli arti sono sviluppati e adatti a spiccare lunghi salti: quando è in fuga, può raggiungere la velocità di 70 chilometri orari.
La lepre è un roditore che si nutre di erbe, insalata, rape, barbabietole; ma preferisce il trifoglio, erba medica, cavoli e frumento ancora verde. Nella stagione invernale, quando non trova altro, rode la corteccia degli alberi. Non vive socialmente come il coniglio; non scava tane nel terreno, ma si accontenta di un semplice covile nell'erba. E' un animale prolifico: ha di solito 4 parti all'anno, ciascuno di 2-3 piccoli. I leprotti nascono con gli occhi aperti e con il corpo ricoperto di morbido pelo; la madre li allatta per 2-3 settimane. A limitare il numero delle lepri provvedono i loro nemici naturali: volpe, gatto selvatico, puzzola, ecc. Il nemico più spietato della lepre rimane però sempre l'uomo con i cani da caccia. Nelle zone alpine, oltre 1500 metri di altitudine ,vive la lepre variabile o la lepre alpina il cui pelame, di colore bruno, nel periodo invernale diviene bianco, cioè assume il colore dell'ambiente ricoperto di neve.

Lo scoiattolo abita le foreste che si estendono dall'Europa alla Cina. In Italia è abbastanza diffuso nelle zone boschive delle Alpi e degli Appennini. E' un grazioso roditore dal corpo slanciato, lungo in media 40 centimetri, compresa la coda. Il suo pelame è rossiccio d'estate e bruno d'inverno. Ha abitudini diurne vita arboricola. Si nutre di castagne, noci, ghiande ecc. Divora le uova degli uccelli; mangia tenendo il cibo con le zampe anteriori. Ha sviluppato l'istinto della previdenza, per cui durante la buona stagione mette in serbo, nelle cavità dei tronchi, abbondanti provviste alimentari per l'inverno. In primavera la femmina partorisce 3-5 piccoli, senza pelo e con gli occhi chiusi, che allatta e cura amorevolmente.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email