VIP 2446 punti

L’immunità naturale

Una prima difesa aspecifica è data dalle barriere fisiche,costituite dalla pelle e dalle mucose che,se integre,impediscono l’accesso agli agenti estranei di qualsiasi natura.
Un’altra importante difesa è fornita da sostanze contenute in alcuni liquidi biologici,come la saliva o le lacrime;una di queste è la lisozima, un enzima in grado di distruggere le pareti cellulari di molti batteri.
Se superano queste prime barriere,gli agenti estranei incontrano i fagociti, particolari globuli bianchi che funzionano da vere ‘’cellule-spazzino’’, capaci di inglobare e digerire microrganismi o molecole, proteggendo così l’organismo.
I fagociti giungono sul luogo d’ingresso dei microrganismi e,usciti dai vasi capillari,li inglobano e li digeriscono ,uccidendo così l’invasore.
Debellato l’attacco nemico,sul campo di battaglia rimane il pus,insieme di fagociti morti,resti degli agenti invasori e alcune cellule di tessuto ferito. L’azione dei fagociti,la fagocitosi,può essere potenziata dall’intervento degli agenti dell’immunità specifica.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email