Ominide 8039 punti

La foca


La foca comune o vitello marino è un singolare mammifero comune nelle regioni circumpolari artiche. Ha il corpo fusiforme, imbottito di grasso, rivestito di piccoli peli e inclinati dall'avanti all'indietro, mirabilmente adatto a vivere e a muoversi nell'acqua.
Gli arti anteriori sono corti: hanno 5 dita lunghe e saldate tra loro che formano una specie di spatola somigliante alle pinne dei pesci; da ciò il nome di pinnipedi dato alla foca e agli animali simili. Gli arti posteriori terminano in un piede avente le dita appiattite lunghe e riunite da una membrana natatoria, cosicchè possono funzionare da remi e da timone di direzione nel nuoto. La foca è un eccellente nuotatore; sulla terraferma, invece, si muove con difficoltà.
Il piccolo capo è privo di padiglioni auricolari. Il foro uditivo e narici, quando l'animale si immerge in acqua, vengono chiusi da una membrana elastica. Il collo è brevissimo, la dentatura è completa, con canini superiori lungi e adunchi.
Si nutre di pesci, di crostacei e di molluschi. La femmina partorisce in maggio-giugno e allatta amorevolmente la prole per circa due mesi. La foca si adatta a vivere anche in cattività e si presta bene ad essere ammaestrata.
Un' altra bella specie è la foca della Groenlandia che, talvolta in gruppi molto numerosi vive sulla banchisa dei mari artici. E' oggetto di caccia spietata, particolarmente dagli Esquimesi, i quali da essa ricavano la carne per nutrirsi, la pelle per vestirsi, il grasso per produrre olio commestibile e olio da bruciare.
Nel Mediterraneo ( nel mare di Sardegna) vive la foca monaca. Simili alla foca sono il tricheco e l'elefante marino. Le otarie invece vivono nei mari del Sud e si distinguono dalle vere foche perchè hanno il padiglione auricolare.
Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email