Ominide 8039 punti

I viventi nascono da esseri viventi

Certamente hai già osservato che il fagiolo, il frumento, l'insalata, le piante in generale, nascono dai semi prodotti da altre piante di fagiolo, di frumento, di insalata, ecc. Così pure il coniglio, il gatto, il cane, ecc., nascono dalla loro madre; mentre i sassi, i minerali, cioè i corpi non viventi, non nascono da altri sassi o minerali.
Oggi tutti sanno con certezza che ogni organismo, pianta o animale, nasce sempre da un altro organismo; mentre i corpi non viventi, come i minerali, non nascono e non generano figli. Anticamente, però, si credeva che certi organismi, come i vermi, gli insetti, le rane, le anguille, avessero origine direttamente dalla materia non vivente, cioè dal fango, dalla carne in putrefazione, dagli escrementi, per gene¬razione spontanea. Spetta al medico toscano Francesco Redi (1626-1698) il merito d'aver confutato la teoria della generazione spontanea, dimostrando che ogni animale può nascere sol¬tanto da un altro animale, e ogni vivente deriva da un altro vivente.
Ecco come Redi stesso descrisse l'esperimento che eseguì, le osservazioni che fece e i risultati che ottenne. « Cominciai a dubitare che tutti i bachi delle carni derivassero dalle sole mosche, e non dalle carni stesse imputridite; e tanto più mi confermavo nel mio dubbio in quanto in tutte le generazioni da me fatte nascere, sulle carni, prima che inverminassero, avevo sempre visto posarsi mosche della stessa specie di quelle che poi ne nacquero. Ma vano sarebbe stato il dubbio, se l'esperienza non l'avesse confermato. In quattro fiaschi di bocca larga misi una serpe, alcuni pesci di fiume, quattro anguillette d'Arno e un taglio di vitella di latte. Poi serrate benissimo le bocche con carta e spago e sigillate benissimo, in altrettanti fiaschi posi altrettante delle suddette cose e la¬sciai le bocche aperte. Non passò molto tempo che i pesci e le carni di questi secondi vasi diventassero verminosi, e nei vasi si vedevano entrare e uscire le mosche a loro voglia. Ma nei vasi serrati non ho mai visto nascere un baco, anche se erano trascorsi molti mesi dal giorno che avevo cominciato l'esperienza».
Dopo quello del Redi, analoghi esperimenti furono condotti da Lazzaro Spallanzani (1729-1799) sui protozoi, organismi microscopici che popolano gli acquitrini, gli stagni e le acque putride: i risultati ottenuti confermarono le conclusioni del Redi.
Nel secolo scorso, infine, il celebre scienziato francese Luigi Pasteur (1822-1895) dimostrò che anche per le forme più semplici di vita vegetale, i butteri, è impossibile la generazione spontanea. Restò così definitivamente provato che la vita si può trasmettere soltanto da un essere vivente all'altro. Questa è la proprietà fondamentale degli organismi vegetali e animali.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email