Ereditarietà del sesso
Dei bambini che ogni giorno vengono alla luce, circa la metà sono di sesso maschile e circa la metà sono di sesso femminile. Ma quali cause determinano il sesso? Perché un bambino nasce maschio e un altro femmina?
Nel nucleo delle comuni cellule del corpo umano vi sono 46 cromosomi, ossia 23 coppie di cromosomi. Orbene, una di queste coppie è costituita da 2 cromosomi speciali, chiamati cromosomi sessuali. Nella donna tali cromosomi sessuali sono identici, hanno la forma di una X, e sono detti cromosomi XX. Nell’uomo, invece, questi due cromosomi sessuali sono differenti: uno ha la forma di una X e l’altro ha la forma di una Y; e pertanto vengono detti cromosomi XY.
Poiché nel loro processo di maturazione i gameti vengono ad avere un numero di cromosomi ridotti a metà, cioè soltanto 23 cromosomi, è ovvio che i gameti prodotti dalla madre possono essere soltanto di una qualità: 22 + X; mentre i gameti prodotti dal padre possono essere di due qualità: 22 + X o 22 + Y.
Al momento della fecondazione, l’ovulo è circondato da numerosissimi spermatozoi, di cui la metà sono portatori del cromosoma X e l’altra metà del cromosoma Y. A seconda che nell’ovulo penetra l’uno o l’altro dei gameti maschili, si ha uno zigote di formula cromosomica [(22 + X) + (22 + X)], oppure [(22 + X) + (22 + Y) ]. Nel primo caso nasce una femmina, nel secondo caso nasce un maschio.
N.B. L’ovulo ha le stesse probabilità di essere fecondato da uno spermatozoo con il cromosoma X o da uno spermatozoo con il cromosoma Y, quindi è impossibile prevedere il sesso del nascituro.
In tutti i mammiferi l’eredità del sesso avviene come nella specie umana.
Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email