Cervello e sue caratteristiche

Probabilmente hai già avuto occasione di vedere il cervello del coniglio o di altri animali domestici. La struttura del cervello dell’uomo è analoga; si tratta di una massa molle, racchiusa e protetta dalla scatola cranica.
La parte periferica del cervello, di colore grigiastro, è chiamata sostanza grigia o corteccia cerebrale, ed è formata di neuroni. La parte interna, invece, ha colore biancastro, (sostanza bianca) ed è formata di prolungamenti nervosi o neuriti.
Un profondo solco longitudinale divide il cervello in due metà pressoché emisferiche, gli emisferi cerebrali, che alla base sono collegati fra loro. Il cervello dell’uomo, a differenza di quello di altri animali, ha la superficie percorsa da numerosi rilievi, detti circonvoluzioni cerebrali. La superficie del cervello perciò risulta molto vasta, con un numero elevatissimo di neuroni. In media, il cervello dell’uomo adulto pesa 1350 grammi; nessun animale, in confronto, ha il cervello così sviluppato.

La sostanza grigia del cervello è sede delle più alte facoltà della vita sensitiva e dello spirito: mobilità, sensibilità, istinto, memoria, volontà e intelligenza.
Incaricate a svolgere le diverse funzioni, sono particolari zone o centri del cervello: il centro motore dell’arto superiore, il centro motore dell’arto inferiore, il centro motore della testa e della lingua, il centro visivo, il centro uditivo, il centro olfattivo, il centro gustativo, ecc.
In generale tutti i mammiferi, quando vengono privati degli emisferi cerebrali, muoiono. Gli uccelli, invece, possono sopravvivere qualche mese, anche se non sono più capaci di cibarsi da sé, di alzarsi in volo e di riconoscere gli oggetti che li circondano. I rettili, e specialmente i pesci, se vengono privati del cervello, si comportano addirittura come se fossero normali.
La memoria (= facoltà di conservare, ricordare fatti e immagini) e l’istinto (= impulso interno automatico) sono facoltà possedute, in grado più o meno elevato, anche dagli animali.
L’intelligenza (= facoltà di intendere le idee e il loro rapporto) è invece propria dell’uomo. Grazie all’intelligenza, l’uomo ragiona, progredisce ed è pertanto superiore agli animali.

Registrati via email