Le ossa che formano lo scheletro sono collegate da articolazioni che possono essere classificate,a seconda del movimento che consentono, in:

  • ARTICOLAZIONI MOBILI
    Le articolazioni mobili o sinoviali consentono ampia libertà di movimento, perché costituiscono un vero e proprio "snodo".
    In ogni articolazione mobile le superfici di contatto delle ossa sono ricoperte di cartilagine. L'articolazione è racchiusa in una capsula articolare contenente il liquido sinoviale o sinovia che funziona da lubrificante.
    All'interno della capsula può esistere un disco fibroso-cartilagineo che si comporta come un cuscinetto e ha il compito di attutire lo sfregamento delle ossa.
    Esternamente alla capsula esistono dei legamenti che rinforzano il collegamento tra le due ossa.
    es. articolazioni del ginocchio e del gomito
  • ARTICOLAZIONI SEMIMOBILI
    Le articolazioni semimobili consentono movimenti limitati delle ossa e sono costituite da tessuto cartilagineo.
    es. articolazione delle costole con lo sterno.
  • ARTICOLAZIONI FISSE
    Le articolazioni fisse o suture non consentono invece alcun movimento delle ossa che collegano: la loro funzione è di connessione. Sono costituite da un legamento fibroso e le ossa che fanno parte presentano a volte i margini dentellati per incastrarsi perfettamente tra loro, formando così strutture rigide a protezione di organi interni.
    esempio articolazioni delle ossa craniche.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email