Ominide 8039 punti

Gli apparati e le funzioni del gallo

Osserva che la bocca del pollo e di tutti gli uccelli è priva di denti e ha le mascelle ricoperte da due caratteristici astucci cornei che formano il becco.
Il becco è un organo particolarmente adatto ad afferrare il cibo e ha quindi una forma che varia a seconda del tipo di alimentazione. Il pollo, che si nutre di granelli, ha un becco piuttosto corto e forte, utile per scortecciare i semi.
La rondine, che cattura e inghiotte al volo gli insetti, ha un becco corto e largo alla base. L'aquila, che è un rapace, ha il becco ricurvo a rostro, con i margini taglienti, adatto ad afferrare e a strappare le carni delle prede.
L'anatra, invece, ha il becco largo e piatto con lamelle cornee interne disposte trasversalmente , adatte a filtrare le acque torbide trattenendo gli insetti. Il becco è perciò un carattere che può servire per classificare le diverse specie di uccelli.

Essendo il pollo di uso abbastanza comune in cucina, ti sarà facile esaminare le diverse parti del suo tubo digerente. Osserva che all'esofago è annesso un serbatoio del cibo, chiamato gozzo o ingluvie. Dopo un altro tratto di esofago, vi è lo stomaco ghiandolare che secerne il succo gastrico.
Segue lo stomaco muscolare o ventriglio, provvisto di robusti muscoli che triturano gli alimenti servendosi talvolta anche di pietruzze appositamente ingerite. Il tbo digerente prosegue con l'intestino il quale termina nella cloaca, il cui giunge anche il condotto delle uova, chiamato ovidutto.
Il pollo ha la circolazione del sangue doppia e completa, la respirazione polmonare e la temperatura del corpo costante. Di solito, il gozzo, il ventriglio e l'intestino sono più sviluppati negli uccelli granivori, che negli insettivori e nei carnivori.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email