Ominide 8039 punti

L'adattamento delle piante all'ambiente


Le piante per sopravvivere lottano non soltanto tra loro e contro gli animali, ma anche contro le avversità del clima e del suolo.
-Vi sono infatti delle piante che si sono adattate alle difficili condizioni di vita proprie delle regioni aride e calde. Un esempio è il fico d'India pianta grassa comune nell'Italia meridionale e insulare. Questa pianta grassa cresce in luoghi aridi e rocciosi. Ha radici molto sviluppate che penetrano fra le pietraie in cerca di umidità. Le pale verdi di cui è formato il fico d'India, rappresentano soltanto il fusto e compiono la funzione clorofilliana. Le foglie invece sono trasformate in pungentissimi aculei. Il fusto durante le piogge autunnali accumula la maggior quantità di acqua possibile e diviene turgido; per tutta la durata della stagione secca poi, chiude gli stomi e riduce al minimo la perdita d'acqua per traspirazione. E' così che il fico d'India riesce a sopravvivere, a fiorire e a fruttificare. Analogalmente all'opunzia si comportano numerose cactacee che vivono nel deserto dell'Arizona e in altre regioni aride e calde.
-Esistono inoltre delle piante che si sono adattate a vivere nell'acqua e da essa ricevono gli alimenti: si chiamano piante acquatiche.
Possono essere fissare al suolo oppure no. La ninfea, per esempio, ha le radici ancorate al fondo dell'acquitrino; mentre la pontederia galleggiante ha le radici sospese in acqua. E' interessante notare che tali piante, dovendo galleggiare, hanno dei particolari tessuti contenenti aria che le mantengono a galla.
A conclusione di queste considerazioni sull'adattamento delle piante, viene spontaneo un richiamo al fenomeno della caduta delle foglie,di cui si è parlato nel primo volume. Non è il caldo, ne il freddo che fanno cadere le foglie delle piante latifoglie. E' la pianta stessa che provvede ad eliminarle per difendersi dalla siccità, oltre che per liberarsi da alcune sostanze di rifiuto. Ecco il motivo per cui nelle regioni tropicali le piante lasciano cadere le foglie durante l'estate; mentre nelle regioni temperate tale fenomeno si verifica all'inizio dell'autunno.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email