Mito 14351 punti

Wilhelm Wundt

Wundt è passato alla storia come il padre fondatore della psicologia. Nacque nel 1832 a Neckarau, presso Mannheim, in Germania. Fin da ragazzo dimostrò grande passione per lo studio e dedizione al lavoro intellettuale. Sembra che ponesse l'interesse per il sapere al di sopra di ogni altra cosa, compresi il divertimento e gli affetti famigliari. Boring, autore di una nota storia della psicologia, pubblicata negli anni 50, ritrae efficacemente questo lato del carattere del giovane Wundt: "egli non imparò mai a giocare. Non ebbe amici durante l'infanzia w soltanto compagnie intellettuali durante l'adolescenza. Non riuscì a trovare l'amore e l'affetto dei genitori, sostituendo questo più felice rapporto con il profondo attaccamento con il suo precettore. Da ciò si può intuire il futuro carattere di Wundt, di quest'uomo privo di senso dell'umorismo, infaticabile e aggressivo..".

Dopo la morte del padre Wundt si trovò in ristrettezze economiche. Intraprese gli studi di medicine con la mira di accedere ad una professione che gli permettesse di guadagnarsi da vivere e al tempo stesso di dedicarsi tranquillamente agli studi. Tuttavia il lavoro routinario del medico non gli piaceva, percui si fece strada in fisiologia, e divenne assistente di Helmoholtz ad Heidelberg. A partire dal 1867 tenne ad Heidelberg un corso di psicologia fisiologica, il primo insegnamento ufficiale della materia. Nel 1875 divenne professore a Lipsia, dove fondò il famoso laboratorio e più tardi, nel 1881, la rivista di psicologia. A Lipsia lavorò per 45 anni, fino alla morte intervenuta nel 1920.

Registrati via email